Quantcast

Salvini a Fiorenzuola per sostenere Gandolfi “I soldi del Comune prima ai fiorenzuolani”

Matteo Salvini a Fiorenzuola per sostenere la corsa di Romeo Gandolfi a primo cittadino. 

Comunicato stampa Lega Nord di Piacenza 

“Fiorenzuola ha bisogno di un progetto fatto di idee normali, con persone normali.  Le finanze del Comune vanno utilizzate prima di tutto per i fiorenzuolani. I fenomeni che distribuiscono gli ottanta euro li lasciamo al PD” esordisce così Matteo Salvini, in occasione della visita presso il point elettorale della lista SiAmo Fiorenzuola. Poi aggiunge: “i cinquecento euro che Matteo Renzi vuole regalare ai diciottenni, con l’ovvio intento di conquistarsi il loro voto, dovrebbero esseri dati alle aziende del territorio, così da far ripartire il tessuto produttivo e ridare lavoro ai giovani”.

 Al suo fianco Romeo Gandolfi, candidato sindaco sostenuto dal centrodestra, il quale si è detto onorato di poter contare sull’appoggio del segretario federale della Lega Nord.
Tra strette di mano e foto, Salvini commenta l’accordo di libero scambio in discussione tra UE e USA: “il Ttip farà saltare l’agricoltura italiana. Ottantadue pesticidi rischiano di finire sulle nostre tavole, il tutto per fare gli interessi delle grandi multinazionali. Si tratta di una grande fregatura che la Lega cercherà di fermare in tutti i modi, nonostante la poca trasparenza in cui l’Unione Europea si sta muovendo”.

“La voglia di cambiamento si è manifestata prepotentemente quest’oggi a Fiorenzuola, dove una grande quantità di cittadini ha voluto abbracciare Matteo Salvini, appoggiando, con lunghi applausi, il suo progetto per far ripartire il Paese – commenta Pietro Pisani, segretario provinciale della Lega Nord Piacenza -. Questo ci fa ben sperare in un risultato positivo, fondamentale per portare una ventata di novità e freschezza in un’amministrazione ormai da troppo tempo immobile ed inefficace”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.