Quantcast

Torna il Gremio sardo alla Faggiola: prodotti alimentari, artigiani e il rito della tosatura 

Il Gremio sardo torna in scena alla Corte La Faggiola di Piacenza: l'evento, organizzato dall'associazione Gremio Sardo "Efisio Tola" è in calendario per il prossime fine settimana. 

Più informazioni su

Il Gremio sardo torna in scena alla Corte La Faggiola di Piacenza: l’evento, organizzato dall’associazione Gremio Sardo “Efisio Tola” è in calendario per il prossime fine settimana. 

Giunto alla sua quarta edizione, “Su Tusorzu”, propone il mondo agropastorale sardo e piacentino e le sue più significative espressioni: prodotti alimentari, artigianali e musicali, ribadendo ancora di più il legame del mondo dei sardi “di fuori” (sos emigrados) alla terra madre, la Sardegna.

Il progetto regionale della FASI ( Federazione delle associazioni sarde in Italia) denominato “Sarda Tellus”, che proprio alla Faggiola nel gennaio 2015 ha mosso i primi passi, è parte integrante dell’iniziativa è da ancora di più un contributo concreto alla crescita economica e culturale della stessa Sardegna. 

Il programma che si svolgerà nella sede della Corte La Faggiola prevede: 

Sabato 28 maggio ore 18,30 
L’ introduzione a “Su Tusorzu” a cura di Bastianino Mossa presidente Gremio Sardo “Efisio Tola”- Piacenza 
Il progetto regionale FASI “Sarda Tellus”: bilancio e prospettive, a cura di Massimo Cossu. 
Bottega dell’artigiano Giuseppe Dore: l’importanza culturale ed economica del mestiere di calzolaio e tessitrice, a cura di Giuseppe Dore e Maria Assunta Manca. 
                                             
Domenica 29 maggio 2016 
Ore 10,00: trasformazione del latte e produzione di pecorino e ricotta, a cura del pastore  Giovanni Casule di Vernasca.
Ore 10,30: laboratorio di calzolaio e tessitura a cura di Giuseppe Dore e Maria A. Manca. 
Ore 11,00: tosatura del gregge in corte. 
Ore 12,30: pranzo dei pastori con menù a base di: antipasto, malloreddos al ragù, pecora in umido, bollita e arrosto, verdura fresca, seadas, vino sardo, mirto, filuferru e caffè. 

La giornata sarà allietata dal coro Santa Margherita di Bultei con “Suoni e canti di Bultei” che si esibirà al centro della corte con un saggio finale di fisarmonica, organetto diatonico, trunfa, chitarra e voce.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.