Armati di mazze in ferro per la spedizione punitiva, cinque giovani denunciati

I carabinieri di Castelsangiovanni sono stati chiamati dai cittadini, allarmati dalla presenza di due gruppi, da oltre venti ragazzi, armati di mazze e bastoni. Volevano vendicare l'aggressione subita da un loro amico

Due gruppi di giovani, armati di mazze e catene in ferro, che si aggirano per le vie di Castelsangiovanni (Piacenza) in attesa di affrontarsi: questa la segnalazione che ha raggiunto i carabinieri, nella notte del 24 giugno, culminata nella denuncia di 5 ragazzi di Chignolo Po.
 
La chiamata alle forze dell’ordine è partita dai cittadini, allarmati dalla presenza di due fazioni armate , in tutto oltre una ventina di persone, in centro paese. I carabinieri di Castel San Giovanni hanno chiesto il supporto dei militari di San Nicolò e del Radiomobile di Piacenza, in tutto quattro pattuglie. I ragazzi, alla vista, dei carabinieri, si sono dati alla fuga, ma cinque di loro sono stati intercettati nella zona compresa tra piazzale Gramsci e via Mulini, mentre salivano a bordo di tre autovetture.

I militari hanno controllato i veicoli, scoprendo a bordo un piccolo arsenale: mazze da golf in ferro e acciaio, tubi metallici, due catene in metallo da oltre tre metri l’una, una pietra nera, coltellino svizzero e altri attrezzi. Per i cinque fermati, di età compresa tra i 17 e i 20 anni, di origina italiana e nord africana, è scattata la denuncia per porto di oggetti atti all’offesa. 

Pare che il gruppo, in arrivo da Chignolo Po, avesse in mente di compiere un’azione punitiva nei confronti di alcuni coetanei di Castelsangiovanni, che tempo prima, per futili motivi, avrebbero aggredito un loro amico proprio a Chignolo Po.

Il provvidenziale intervento del 112 ha impedito che le fazioni potessero affrontarsi, dando il via ad una maxi rissa.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.