Arresti aumentati del 30%, “Arma della gente per la gente” FOTO e VIDEO foto

Il Colonnello Corrado Scattaretico, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Piacenza alla presenza delle Autorità provinciali e cittadine ha celebrato il 202° Annuale della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri

“Dall’inizio dell’anno abbiamo già eseguito 105 arresti, molti dei quali sono ancora in carcere a riprova della fondatezza dei provvedimenti di restrizione. Il trend rispetto l’anno scorso è in crescita con oltre il 30 % circa in più”. E’ quanto ha riferito il comandante provinciale dei Carabinieri di Piacenza, Corrado Scattaretico, in occasione della festa per 202° anniversario di fondazione dell’Arma, alla Caserma “Paride Biselli” di viale Beverora.


Il comandante ha parlato anche della minaccia gravissima dei reati predatori “che incidono sull’intimità delle persone”. “Dobbiamo riuscire a rassicurare i cittadini – ha fatto notare – e possiamo farlo in strada dove i reati diminuiscono grazie al pattugliamento delle forze dell’ordine. Per i crimini in casa come i furti negli appartamenti riusciamo a essere meno reattivi perchè abbiamo bisogno della collaborazione dei cittadini e questo sta accadendo con i gruppi di vicinato e anche le chiamate dei singoli cittadini”.

Per l’evento sono stati schierati un reparto di formazione composto dai carabinieri del comando provinciale ed una mostra statica dei mezzi in dotazione ai reparti operanti nel nostro territorio; la cerimonia è stata aperta, come di connsueto, dalla lettura del messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dell’Ordine del Giorno del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Gen. C.A. Tullio Del Sette. A seguire il discorso del comandante provinciale Scattaretico che, dopo i ringraziamenti di rito, ha ricordato l’appuntato Luca Di Pietra, morto durante un tragico inseguimento e il collega Massimo Banci, rimasto gravemente ferito, menzionando l’impegno quotidiano dei militari nella prevenzione di tutti i reati (calati rispetto al 2015 del 25%), compresa la minaccia del terrorismo, e negli incontri con gli studenti, gli anziani, le associazioni e in generale tutta la cittadinanza.

Al termine del saluto del comandante Provinciale, sono stati consegnati i riconoscimenti ai militari particolarmente distintisi nella loro attività di servizioIL DISCORSO INTEGRALE DEL COMANDANTE PROVINCIALE  e TUTTI I PREMIATI

Alla cerimonia erano presenti anche i familiari dei decorati, dei Carabinieri in servizio ed in congedo ed una rappresentanza della sezione della Associazione Nazionale Carabinieri e del gruppo “Benemerite”.

IL VIDEO


 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.