Quantcast

Immagini, ricordi ed emozioni: Tagliaferri e Granelli agli Amici dell’Arte

Giovedì 2 giugno 2016, ore 17, l'inaugurazione della mostra "Immagini, ricordi ed emozioni". Le opere saranno visibili sin dalle 16 di mercoledì 1° giugno 2016 nella sede dell'associazione in via a San Siro 13

Altra interessante iniziativa all’associazione “Amici dell’arte”: giovedì 2 giugno 2016, ore 17, verrà infatti inaugurata “Immagini, ricordi ed emozioni”, bi-personale di due brillanti artisti piacentini, il fotografo Stefano Granelli e il pittore e caricaturista Andrea Tagliaferri.

Le opere saranno visibili sin dalle 16 di mercoledì 1° giugno 2016 nella sede dell’associazione e cioè in via San Siro 13, Piacenza. Granelli presenterà oltre trenta foto a colori in gran parte della Val Trebbia e di Bobbio nonché particolari inediti di gloriose architetture cittadine.

Le fotografie di paesaggi e di architetture sono forse le più inflazionate perché i nuovi media consentono una pratica quotidiana talora indiscriminata. Spetta allora al fotografo professionista – anche al non-professionista particolarmente sensibile – individuare una via maestra oltre il consueto bailamme iconografico.

Granelli ci offre immagini-documento di icastica evidenza dove possiamo vedere dentro e oltre il reale. Scopriamo allora che la fotografia è immagine infedele o modello di infinite infedeltà cioè di vari modi per vivere o partecipare alla realtà esterna. Granelli – nella luminosità di alcuni scatti ma anche in contesti più abbuiati – ci racconta della splendida dannazione delle immagini, ambigue e rituali per eccellenza. Sempre però portatrici di una cultura specifica, visiva e psicologica, perciò tanto più approfondita.

Tagliaferri esporrà oltre quaranta dipinti, tutti acrilico su tela di vario formato, che prendono spunto in gran parte dalla realtà quotidiana. Ecco allora particolari del nostro quotidiano ambiente di vita e di lavoro, sempre però resi in modo raffinatamente poetico.

Bellissimi poi alcuni animali colti fra smaglianti colori e con vivido impressionismo. Suggestive le nature morte ma ancor più accattivanti certi dipinti a sfondo naturalistico, omaggio ad una natura sempre meno considerata dall’uomo.

Ma ci sono anche alcune visioni oniriche, tele intrise di misticismo e di religiosità laica che ribadiscono una continuità con la tradizione e con la storia del genere. Quasi ci fosse uno schermo che separa l’osservatore dalla tela, un diaframma che distingue verità e finzione.

Tagliaferri presenterà anche diverse caricature, genere che coltiva assiduamente da anni e con cui ha ottenuto importanti riconoscimenti fuori provincia per facilità di trasmissione del messaggio e l’immediatezza dei contenuti.

La mostra verrà presentata da Fabio Bianchi, componente del Consiglio dell’associazione. Sarà aperta fino al 9 giugno. L’ingresso è libero. Gli orari di apertura sono da mercoledì a domenica dalle 16 alle 19.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.