Quantcast

Paola De Micheli fa vaccinare il piccolo Pietro: “Gesto d’amore e di responsabilità”

Con un post su Facebook, il Sottosegretario all'Economia Paola De Micheli annuncia di aver sottoposto il figlio Pietro, nato due mesi fa, alle vaccinazioni di legge presso l'ambulatorio dell'azienda sanitaria di Piacenza

Più informazioni su

Con un post su Facebook, il Sottosegretario all’Economia Paola De Micheli annuncia di aver sottoposto il figlio Pietro, nato due mesi fa, alle vaccinazioni di legge presso l’ambulatorio dell’azienda sanitaria di Piacenza. Nel testo che segue Paola De Micheli spiega le ragioni della scelta e difende l’istituto della vaccinazione. Ecco il post su Facebook.

Pietro è stato vaccinato. Questa mattina ho portato mio figlio, che ha appena compiuto due mesi, all’ambulatorio di vaccinazione pediatrica dell’azienda sanitaria della mia città, Piacenza.

Mi ha fatto piacere incontrare tante mamme con i loro piccoli, in attesa come me di compiere un gesto di amore verso il proprio figlio, ma anche di responsabilità nei confronti della collettività. In queste settimane mi è capitato più volte di affrontare il tema vaccini con tante mamme che mi hanno chiesto se avrei fatto vaccinare Pietro e se lo ritenevo necessario. Alcune di loro pensano che ci sia dietro un business, che la questione sia stata strumentalizzata anche per ragioni economiche. 

L’equipe medica dell’Ausl di Piacenza è stata gentile e premurosa. Prima di vaccinare Pietro mi ha fornito tutte le informazioni sugli obblighi di legge e sui benefici che derivano dalla scelta di proteggere la salute del mio bambino, perchè possa crescere sano e al riparo da terribili malattie.
 
Purtroppo negli ultimi anni la media delle vaccinazioni anche nella nostra regione è scesa al di sotto della soglia del 95 %. E’ una tendenza preoccupante che va prontamente invertita, perché la vaccinazione non è soltanto una misura di protezione del singolo individuo, ma anche un gesto di responsabilità nei confronti dell’intera comunità.

Bene ha fatto di recente l’assessore regionale alla Sanità Sergio Venturi a ribadire l’obbligo della vaccinazione per l’iscrizione dei bambini all’asilo nido. E il Governo, attraverso l’azione del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, sta rafforzando il sistema dei vaccini in autorevolezza e trasparenza, e anche nella capacità di ascolto dei genitori.

Non possiamo lasciarci confondere dal fatto che da alcune generazioni non vediamo da vicino le conseguenze di molte delle malattie per le quali ci vacciniamo. Un’illusione di immunità perpetua che può fare molti danni. 
Credo che l’approccio corretto a questo tema non sia soltanto frutto di una buona informazione, ma anche della consapevolezza che gli straordinari risultati ottenuti nella lotta contro le malattie vanno mantenuti proprio con le vaccinazioni.
A tutti gli operatori e all’equipe medica dell’ambulatorio di vaccinazione pediatrica va il mio ringraziamento per l’importante lavoro che svolgono ogni giorno.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.