Quantcast

Evasione fiscale, offensiva del Comune: in arrivo 2300 avvisi, 2milioni insoluti

L'attenzione, spiega l'assessore Luigi Gazzola, si concentra quindi su Ici, Imu, Tasi e Tari, mentre per quanto riguarda l'Irpef il controllo resta in capo all'Agenzia delle Entrate

Il Comune di Piacenza mette a punto un piano triennale per contrastare l’evasione fiscale dei contribuenti. 

L’obiettivo di questa azione, che durerà 3 anni dal 2016 al 2018, e di garantire le entrate tributarie al Comune di Piacenza, migliorare il rapporto con i contribuenti e perseguire l’equità con particolare attenzione alle fasce deboli. 

L’attenzione, spiega l’assessore Luigi Gazzola, si concentra quindi su Ici, Imu, Tasi e Tari, mentre per quanto riguarda l’Irpef il controllo resta in capo all’Agenzia delle Entrate. 

Nei prossimi giorni partiranno circa 2300 avvisi di pagamento per il recupero di Tares (anno 2013) e di Ici e Imu (dal 2010 al primo semestre 2015). 

La riscossione sarà affidata alla società Ica: si parla di 2000 avvisi Tares per un milione di euro di insoluti, 84 avvisi per Imu pari a 616 mila euro, 187 avvisi per Ici, per importo pari a 317 mila euro. 

L’obiettivo quindi è di recuperare circa 2 milioni di euro di insoluti, fermo restando che la previsione effettiva di incasso in questa fase è di circa il 10 per cento del dovuto. 

Per mettere a punto questa task force del Comune la dotazione organica del servizio è stata ‘rinforzata’ con 4 unità.

Chi riceve gli avvisi ha 60 giorni per versare il dovuto o chiedere il riesame della pratica o presentare ricorso. Per chi invece cercasse di ignorare l’avviso, partiranno le procedure di riscossione coattiva con tutto quello che comporta. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.