Quantcast

Palestre nell’ex laboratorio Pontieri, primo via libera in Provincia

Via libera in Provincia all'accordo di valorizzazione dell'ex Laboratorio Pontieri in piazza Cittadella a Piacenza. Entro settembre la firma del rogito che farà partire il progetto. 

Più informazioni su

Via libera in Provincia all’accordo di valorizzazione dell’ex Laboratorio Pontieri in piazza Cittadella a Piacenza. Un passaggio obbligato, quello di oggi in consiglio Provinciale, per la sottoscrizione del rogito che consentirà l’acquisizione, a titolo gratuito dell’area, destinata a ospitare palestre a uso dalle scuole della città e spazi polifunzionali. Il voto in Provincia, spiega il presidente Francesco Rolleri, consentirà di far partire la pratica, che vedrà anche la firma di un accordo tra Provincia, Comune, Agenzia regionale del Demanio e segreteria regionale del ministero dei Beni Culturali. 

Dopo di che si potrà procedere alla demolizione di 2 dei 3 capannoni presenti all’interno dell’area, eseguire carotaggi e rilievi e poi procedere alla costruzione dei nuovi edifici destinati a ospitare palestre e spazi polifunzionali. Un’operazione, questa, da 4 milioni di euro. 

L’intesa è passata con l’astensione di Gloria Zanardi (“Ho fatto una scelta di coerenza rispetto alla decisione di rimettere le deleghe, non voglio che questo voto venga strumentalizzato in occasione della prossima campagna elettorale”), mentre ha votato a favore la collega di partito Paola Galvani (“E’ un progetto che riconosco mio, per il quale ho lavorato tanto con l’ingegner Stefano Pozzoli, e che è importantissimo per gli studenti di Piacenza e Provincia”). La presa di posizione di Galvani è stata elogiata da Patrizia Calza e Massimo Castelli. 

Ok anche all’assestamento di bilancio, che ha reso però necessario attingere all’avanzo di amministrazione dell’ente. Il prelievo richiesto dallo Stato si è rivelato essere superiore al previsto, e lo squilibrio registrato di circa 3 milioni e mezzo di euro è stato corretto grazie all’avanzo di amministrazione (oltre 2 miloni e mezzo di euro), oltre ai proventi delle vendite di alcuni immobili di proprietà della Provincia. Il provvedimento è stato approvato a maggioranza, Galvani e Zanardi astenute. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.