Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - Cinema

“Amarcord”, il Bobbio Fest omaggia il capolavoro di Fellini

La pellicola, del 1973, ha conquistato il premio come miglior film straniero alla quarantasettesima edizione degli Oscar nel 1975. Al termine della proiezione della pellicola seguirà il contributo inedito "Amarcord Fellini. Provini, tagli e doppi" scelti da Giuseppe Tornatore

Serata speciale quella di domenica 21 agosto al Bobbio Film Festival: la rassegna cinematografica diretta dal regista piacentino Marco Bellocchio nella splendida cornice dei chiostri di San Colombano, propone infatti un omaggio al grande Federico Fellini con la proiezione del suo capolavoro “Amarcord” nella versione restaurata dalla Cineteca di Bologna.

La pellicola, del 1973, ha conquistato il premio come miglior film straniero alla quarantasettesima edizione degli Oscar nel 1975.

Al termine della proiezione della pellicola seguirà il contributo inedito “Amarcord Fellini. Provini, tagli e doppi” scelti da Giuseppe Tornatore.

AMARCORDNella Rimini degli anni trenta l’adolescente Titta cresce fra educazione cattolica e retorica fascista. Suo padre, Aurelio, è un capomastro anarchico e antifascista: sulle sue spalle oltre i due figli, la moglie e l’anziano padre, piuttosto arzillo, vive anche il cognato sbruffone e perdigiorno, lo zio “Pataca”.

Suo fratello Teo è invece chiuso in manicomio. La cittadina è popolata da personaggi singolari, come Volpina la ninfomane, Giudizio il matto, Biscein il fanfarone, l’avvocato dalla retorica facile, il motociclista esibizionista, il cieco che suona la fisarmonica.

Come abitudine durante il Film Festival, in corso dal 13 al 27 agosto, seguirà il dibattito al termine del film che sarà condotto dal critico cinematografico Stefano Francia di Celle (l’autore televisivo di “Fuori Orario”) e promotore e organizzatore di eventi cinematografici.

Durante le due settimane della manifestazione proseguono Fare Cinema, corso di alta formazione cinematografica diretto dal maestro Bellocchio e il seminario residenziale di critica cinematografica.

La “capitale” della Valtrebbia si anima di artisti, critici cinematografici, addetti ai lavori, appassionati e stagisti che rendono più interessante il momento caratterizzante del Festival: l’incontro-confronto del pubblico con i registi dopo le proiezioni dei film serali.

Le proiezioni si terranno nel Chiostro di San Colombano, dalle 21 e 15. Biglietti e abbonamenti si possono acquistare sul sito www.comune.bobbio.pc.it oppure a Bobbio presso lo Iat o anche la sera stessa delle proiezioni ai Chiostri di San Colombano.

Il PROGRAMMA COMPLETO DEL BOBBIO FILM FESTIVAL 

Sabato 13 agosto – “Assolo” di e con Laura Morante 

Domenica 14 agosto – Fiore di Claudio Giovannesi

Martedì 16 agosto – serata speciale “La notte non fa più paura”, film sul terremoto Emilia ospiti regista Marco Cassini, sottosegretario Paola De Micheli, assessore regionale Paola Gazzolo

Mercoledì 17 agosto – “Bella e perduta” di Pietro Marcello

Giovedì 18 agosto – “Pericle il nero” di Stefano Mordini

Venerdì 19 agosto – “Fuocoammare” di Gianfranco Rosi 

Sabato 20 agosto – “Sangue del mio sangue” di Marco Bellocchio

Domenica 21 agosto – serata speciale “Amarcord” di Federico Fellini 

Lunedì 22 agosto – “Dobbiamo parlare” di Sergio Rubini

Mercoledì 24 agosto – “Banat” – il viaggio di Adriano Valerio

Giovedì 25 agosto – “Perfetti sconosciuti” di Paolo Genovese 

Venerdì 26 agosto – “Non essere cattivo” di Claudio Caligari 

Sabato 27 agosto – “L’attesa” di Pietro Messina, con Juliette Binoche che parteciperà alla chiusura della rassegna.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.