Camere Commercio, Liberali: “Se la nuova sede a Parma, meglio andare in Lombardia”

"In attesa di un decreto legislativo per la riforma - afferma - sarebbe quantomeno opportuno sospendere le trattative per l’accorpamento, in attesa di vedere il risultato dell’attività del Governo"

Più informazioni su

Intervento dell’Associazione Liberali Piacentini sul ventilato accorpamento delle Camere di Commercio

L’Associazione Liberali Piacentini, in merito al probabile accorpamento delle Camere di commercio di Parma, Piacenza e Reggio-Emilia, relativamente al fatto che la sede sarà (notizia ufficiosa) Parma e che il Presidente verrà eletto a rotazione tra le stesse Camere, sottolinea come le trattative per tale accorpamento siano quantomeno premature.

L’art. 10, comma 1 della Legge n. 124 del 7 agosto 2015 ha delegato al Governo l’adozione di un decreto legislativo per la riforma dell’organizzazione, delle funzioni e del finanziamento delle Camere di commercio, stabilendo che tale attività dovrà essere espletata entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore della stessa, ovvero entro il 28 agosto 2016.

Sarebbe pertanto quantomeno opportuno sospendere le trattative per l’accorpamento, in attesa di vedere il risultato dell’attività del Governo.

Non di meno, se la scelta deve sempre ricadere su Parma – con la scusa della sua posizione geografica centrale –, attribuendo così sempre in ogni occasione un ruolo marginale a Piacenza, non resta altro da fare che distaccare la Primogenita dall’Emilia-Romagna ed aggregarla alla Lombardia, come già peraltro auspicato in passato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.