Al Festival dei Gatti i benefici della pet therapy

Attraverso le attività di Pet-Therapy è infatti possibile contribuire al benessere delle persone grazie alla collaborazione tra operatori professionisti (educatori, psicologi, riabilitatori, insegnanti, ecc.) e animali (cani, gatti, conigli ma anche cavalli e asini)

Più informazioni su

Si è appena conclusa la prima edizione de Il Festival dei Gatti, all’interno della cornice del Parco del Castello di Grazzano Visconti (Piacenza), evento dedicato esclusivamente al mondo dei gatti.

Grande il successo di pubblico registrato grazie anche alla molteplice offerta di attività dedicate agli appassionati di gatti: mercatini, incontri con esperti, laboratori didattici, gattophotoshow, catbodypainting e molto altro.

Il Festival è stata anche l’occasione per mostrare il contributo offerto alla pet therapy grazie alla partnership tra Prolife, main sponsor dell’evento, e Frida’s Friends, associazione senza scopo di lucro nata nel 2012 con l’obiettivo di diffondere la cultura e la pratica della così detta “terapia dolce”.

Attraverso le attività di Pet-Therapy è infatti possibile contribuire al benessere delle persone grazie alla collaborazione tra operatori professionisti (educatori, psicologi, riabilitatori, insegnanti, ecc.) e animali (cani, gatti, conigli ma anche cavalli e asini).

La collaborazione tra Prolife e la Onlus è stata celebrata in occasione del Convegno “Prolife e Frida’s Friends, un progetto a sostegno della Pet Therapy” tenutosi nella giornata di domenica all’interno degli spazi del Castello. Sono intervenuti la Dr.ssa Beatrice Garzotto e il Presidente dell’Associazione, Dr. Mario Colombo, oltre al Mauro Vitali che ha sottolineato la forte convinzione che anima Prolife nell’offrire sostegno alle attività di pet therapy coordinate dalla Onlus.

La fruttuosa partnership tra l’azienda e la Onlus ha già contribuito alla realizzazione di attività di pet therapy presso la Casa Pediatrica dell’Ospedale Fatebenefratelli di Milano donando un sorriso ai piccoli ospiti delle corsie ospedaliere che ogni giorno si trovano a fare i conti con le terapie mediche.

Grazie al supporto dei terapisti della Onlus e dei preziosi collaboratori a quattro zampe i piccoli hanno potuto apprezzare i benefici della “terapia dolce”.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.