Anche la Famiglia Piasinteina nel cartellone del teatro Verdi di Busseto

Tra le rappresentazioni in programma figurano due appuntamenti dedicati al dialetto che costituiscono una novità chiamata “Dialòt long ‘a Po”, che darà l’avvio, negli anni prossimi, ad una vera e propria rassegna dialettale con il coinvolgimento delle città che lambiscono il fiume Po

Più informazioni su

Nella sala del Consiglio Comunale di Busseto si è tenuta nei giorni scorsi la presentazione del cartellone del Teatro Verdi della cittadina parmense, a cura del curatore della rassegna di prosa Dino Rizzo e alla presenza del sindaco Giancarlo Contini.

Tra le rappresentazioni in programma figurano due appuntamenti dedicati al dialetto che costituiscono una novità chiamata “Dialòt long ‘a Po” (Dialetto lungo il Po) che darà l’avvio, negli anni prossimi (così è nelle intenzioni), ad una vera e propria rassegna dialettale con il coinvolgimento delle città che lambiscono il fiume Po.

In scena il 21 gennaio 2017 sarà la Famija Pramzana che presenta due atti unici (“Al sott-e-scäla” e “Al ciòld in t’al scartaciäva”) ed invece il 25 febbraio 2017 sarà la volta della Famiglia Piasinteina che presenta “Ill fäs dla löina” con la regia di Pino Spiaggi.

Claudio Cavazzini, in rappresentanza della Famija Pramzana, il razdur Danilo Anelli e il regista Pino Spiaggi per la Famiglia Piasinteina si sono detti felici di inaugurare questa nuova iniziativa e hanno presentato gli spettacoli della rassegna, rigorosamente in dialetto. In particolare il razdur Anelli si è soffermato sull’importanza “di portare il dialetto oltre le mura della provincia di Piacenza e onorato di portare nel teatro verdiano la Compagnia Teatrale della Famiglia Piasinteina”.

Gli incassi degli appuntamenti dialettali saranno devoluti all’associazione Onlus Avi-Emilia Romagna.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.