Caos in stazione, bloccati per due ore i binari dai facchini FOTO foto

I manifestanti hanno oltrepassato l'ingresso della stazione, fermandosi sui binari e impedendo la regolare partenza dei treni. Alle 22 e 20 circa è stato deciso di rimuovere il blocco dai binari e i facchini hanno inscenato un corteo lungo via Roma

Caos alla stazione ferroviaria di Piacenza dove i binari sono rimasti bloccati per circa due ore da un gruppo di facchini, al grido di “Siamo tutti Abd Elsalam“.

Il nome è quello dell’operaio egiziano di 53 anni, morto nella tarda serata del 14 settembre, dopo essere stato travolto da un camion davanti alla ditta Gls di Montale, durante un picchetto dei lavoratori.

La protesta è scattata intorno alle 20.30 coi manifestanti che hanno raggiunto piazzale Marconi.

Un gruppo che ha esibito le bandiere dell’Usb, il sindacato autonomo in sciopero contro la Gls, ha raggiunto e poi sostato sui binari (FOTO), impedendo la regolare partenza dei treni. Il traffico ferroviario è rimasto fermo per circa un paio d’ore.

Una quindicina le persone che hanno oltrepassato l’ingresso della stazione, mentre un’altra trentina di facchini sono rimasti nel piazzale sorvegliati dalla polizia.

Alle 22 e 20 circa è stato deciso di rimuovere il blocco dai binari e i manifestanti hanno inscenato un corteo lungo via Roma. 

Si è respirato un clima di tensione e l’area è rimasta presidiata da un grande dispiegamento delle forze di polizia, in tenuta anti sommossa. 

Sabato 17 settembre il sindacato Usb ha annunciato una nuova manifestazione in centro a Piacenza, dalle 14.

La denuncia di Cgil e Cisl: “Conflitto e intimidazione in azienda”

ILVIDEO

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.