Lotta allo spaccio, blitz al Kebab e in via Foresti. Trovati 1,6 kg di droga foto

Due importanti operazioni della polizia di Piacenza messe a segno venerdì 9 settembre, che hanno portato all'arresto di due stranieri, finiti in carcere con l'accusa di detenzione e spaccio di stupefacenti.

Due importanti operazioni della polizia di Piacenza messe a segno venerdì 9 settembre, in un esercizio commerciale della zona di Piazzale Marconi e in un appartamento di via Foresti.

Operazioni, condotte dalla squadra mobile e dalle volanti, che hanno portato al sequestro complessivo di 1,6 kg di stupefacente ( tra hashish e marijuana) e all’arresto di due stranieri, un 19enne tunisino e un 26enne albanese, finiti in carcere con l’accusa di detenzione e spaccio di stupefacenti.

Il primo intervento, ad opera delle volanti, é scattato nel pomeriggio: l’imput è arrivato dalla visione delle telecamere di sorveglianza dell’area della stazione ferroviaria cittadina, che segnalavano un anomalo via vai di clienti in un “Kebab”.  Tre volanti hanno raggiunto tempestivamente il locale e, alla vista degli agenti, si é subito creato allarme, tanto che qualcuno ha gridato “arriva la polizia”. 

Gli operatori del 113 hanno iniziato a controllare l’esercizio commerciale e sul retro del negozio, nascosto dietro ad una tenda, hanno sorpreso un tunisino di 19 anni e trovato due bustine di cocaina (circa 5 grammi in tutto) e un coltello. Sotto ad un tavolino del “kebabbaro” è spuntato anche un pacchetto di sigarette, contenente una piccola stecca di hashish, mentre una ben più consistente (in tutto sono stati sequestrati 100 grammi di “fumo“) stata rinvenuta all’esterno, sempre nei pressi del locale.

Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, grazie anche alle testimonianze raccolte, lo straniero era seduto in un giardino posto sul retro del negozio, dove si era messo a “sezionare” lo stupefacente, destinato alla vendita.

Gli agenti hanno inoltre sequestrato 550 euro in contanti, trovati in suo possesso. Per il ragazzo, ex minore non accompagnato e incensurato, sono scattate le manette.

In serata invece, la polizia si è spostata in un condominio di via Foresti (zona stadio), dove era stato segnalato un probabile giro di spaccio. Ad entrare in azione otto uomini della squadra mobile che dopo aver monitorato il losco traffico, hanno fatto irruzione nell’appartamento, situato al quinto piano del palazzo.

Lì hanno trovato l’unico inquilino dell’abitazione, un 26enne albanese latitante da gennaio 2015 per reati di droga. Nel corso della perquisizione è stato scovata una maxi busta di marijuana (FOTO) nascosta in un armadio, con un peso pari a 1,5 kg, e 1775 euro in contanti, ritenuti provento di spaccio. L’uomo è stato ammanettato e condotto alle Novate.

“Operazioni importanti”, ha sottolineato il questore Salvatore Arena in conferenza stampa, “che mostrano l’impegno delle forze dell’ordine nel garantire la sicurezza ai cittadini. Un contributo importante, per le segnalazioni, arriva dai cittadini e dai comitati di controllo del vicinato, con cui si è instaurato un ottimo rapporto, nel comune sforzo di combattere lo spaccio di droga, ma anche l’odioso fenomeno delle truffe agli anziani.”

IL VIDEO DELL’INTERVISTA AL QUESTORE SALVATORE ARENA

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.