Quantcast

Nel weekend a Paderna torna Frutti Antichi

Sabato 1 e domenica 2 ottobre 2016 il Castello di Paderna a Pontenure (Piacenza) ospiterà la ventunesima edizione di “Frutti Antichi”, rassegna di piante, fiori e frutti dimenticati promossa dal FAI – Fondo Ambiente Italiano e realizzata in collaborazione con il Castello di Paderna e il Comitato FAI di Piacenza. 

Sabato 1 e domenica 2 ottobre 2016 il Castello di Paderna a Pontenure (Piacenza) ospiterà la ventunesima edizione di “Frutti Antichi”, rassegna di piante, fiori e frutti dimenticati promossa dal FAI – Fondo Ambiente Italiano e realizzata in collaborazione con il Castello di Paderna e il Comitato FAI di Piacenza. Da sempre la manifestazione è una grande festa della biodiversità, divenuta negli anni sempre più ricca di contenuti e sempre più seguita dagli appassionati di verde.  A Frutti Antichi non troverete semplicemente florovivaisti, agricoltori, artigiani, ma persone appassionate che vi renderanno partecipi delle loro emozioni. E’ una mostra da vivere con intensità, è colori, profumi, sapori e sensazioni, è scoperta e conoscenza. Frutti Antichi da ventuno anni difende e promuove la biodiversità con attenzione scientifica ma in un’atmosfera rilassata e serena in grado di fornire spunti a visitatori di ogni età e dagli interessi più diversi. 

Protagonisti della mostra saranno esemplari di vegetali ormai scomparsi dai nostri giardini e dalle nostre tavole, piante ornamentali commestibili e spontanee. Non mancheranno collezioni di patate, di peperoncini, di legumi in grado di esaltare la complessità di un immenso patrimonio genetico che rischia di andare perduto. Accanto a rare specie di uva, nocciole e fichi, saranno esposte anche le bacche rosse d’autunno, tipologie di zucche dai colori variegati e dalle forme bizzarre e gambi di rabarbaro. 

Nei due giorni di manifestazione, come di consueto, momenti di svago e di apprendimento si alterneranno a dimostrazioni e conferenze, mentre i visitatori più giovani avranno la possibilità di partecipare a laboratori e giochi. Gli allievi dell’istituto agrario Raineri Marcora di Piacenza presenteranno “Pane e…latte” progetto di riutilizzo degli scarti di pane per l’alimentazione delle bovine da latte. Il progetto è stato giudicato vincitore della 15^ ESI (Esposizione Scientifica Internazionale) a Bruxelles. Gli studenti dell’Istituto agrario illustreranno anche un altro progetto: L’oro di Colombo… in pianura Padana arriva l’America, che dimostra come alcuni vegetali di provenienza americana,abbiano trasformato radicalmente paesaggi, coltivazioni, stili di vita degli abitanti.  Sabato 1 ottobre Eliana Ferioli, biologa e giornalista, presenta il suo libro “Fiori spontanei della Val Trebbia” 
Di particolare prestigio la presenza di Mario Brocchi Colonna, esperto di ecologia,  giardinaggio, e tecnologia del legno, che da oltre 15 anni coltiva numerose specie di salici nella sua azienda agricola, e ne ricava prodotti per arredare giardini ed interni e per recuperare l’antica arte della cesteria. La sua conversazione verterà su: Il salice e l’uomo: un rapporto antico e profondo. 
Non mancherà una piccola mostra grazie a Monica Leoncini, antiquaria toscana, che esporrà una collezione di 30 xilografie dedicate ai castelli piacentini e realizzate nel 1929 da Dario Neri, pittore, incisore e fondatore della casa editrice Electa. Per chi è in cerca di curiosità e di spunti di riflessione è consigliabile avvicinarsi allo stand di Nanga Re che attraverso le sue collane fatte con semi esotici racconta i suoi viaggi in India e Africa.

Tutto nell’atmosfera di serenità e di cordiale ospitalità ispirata dal Castello di Paderna, residenza fortificata documentata dal IX secolo, ambiente ideale per una tra le mostre e mercato florovivaistiche più apprezzate del nostro Paese.
  
Degustazioni e ghiottonerie con i sapori tipici dell’autunno renderanno ancora più piacevole la visita. 

I contributi raccolti in occasione della saranno destinati a Torre e Casa Campatelli, bene del FAI a San Gimignano.
Ingressi: Ingresso a contributo minimo di 7 €; Iscritti FAI e possessori della Card del ducato 5 €; gratuito per i bambini fino ai 12 anni e per chi si iscriverà al FAI in occasione della manifestazione.

I visitatori della manifestazione potranno disporre di:
–   Ampi parcheggi  
–   Punto ristoro e  caffetteria
–   Area deposito merci acquistate

Per maggiori informazioni: 
Sito internet: www.fruttiantichi.net 
Segreteria organizzativa manifestazione: Claudia Marchionni, tel. 334-9790207; e-mail: fruttiantichi@alice.it
Delegazione FAI Piacenza: tel. 347-5414633; e-mail: delegazionefai.piacenza@fondoambiente.it
Castello di Paderna: tel. 0523-511645; e-mail: info@castellodipaderna.it     

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.