Ricorrono contro la bocciatura della figlia, il Tar da’ torto ai genitori

Nei giorni scorsi il Tribunale Amministrativo Regionale ha dato torto ai genitori di una fanciulla che frequenta una scuola superiore di Piacenza

Più informazioni su

Dalla magistratura arriva un duro monito a certi cittadini che, anche nel nostro territorio, talvolta osano mettere in dubbio l’autorità dei docenti della Scuola Statale, spesso dimenticandosi che quando ci si relaziona con gli insegnanti dei propri figli si sta avendo a che fare con le istituzioni dello Stato le quali vanno rispettate.

Mancanza che può avere anche contraccolpi giudiziari, ciò è anche un esempio negativo per i ragazzi ai quali dovrebbe essere inculcato il rispetto per l’autorità e le istituzioni in generale. 

Lo scrive in una nota il sindacato degli insegnanti Gilda.

Nei giorni scorsi il Tribunale Amministrativo Regionale ha dato torto ai genitori di una fanciulla che frequenta una scuola superiore di Piacenza.

Essi pretendevano che i giudici annullassero la bocciatura della loro pargola. Anziché ringraziare i docenti per il lavoro svolto e fare una ramanzina alla ragazza, la quale evidentemente doveva impegnarsi di più, hanno chiamato l’avvocato. 

Salvatore Pizzo, coordinatore della Gilda degli Insegnanti di Piacenza e Parma, così commenta: “Molte volte i genitori dei ragazzi si prendono libertà impensabili con i docenti perché l’Amministrazione Scolastica, in primis certi dirigenti scolastici, non tutela sufficientemente coloro che lavorano nelle scuole, la riprova è l’Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia Romagna che mai abbiamo visto agire contro taluni che spesso pretendono di dire ai docenti cosa fare e come farlo” – e conclude – “ricordiamo che più volte la Cassazione ha sentenziato che i docenti della Scuola Statale, nell’esercizio delle loro funzioni, sono pubblici ufficiali con poteri autoritativi”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.