“Piscina, la pratica passi per il consiglio” L’altolà alla giunta

Una pratica complessa e dall'impatto economico troppo pesante sul bilancio, quella della nuova piscina comunale coperta, per non essere più sottoposta al vaglio del consiglio comunale

Più informazioni su

Una pratica complessa e dall’impatto economico troppo pesante sul bilancio, quella della nuova piscina comunale coperta, per non essere più sottoposta al vaglio del consiglio comunale. 

E’ questo il significato dell’altolà arrivato all’amministrazione comunale di Piacenza nel corso della seduta a Palazzo Mercanti lunedì 17 ottobre, attraverso l’approvazione di un emendamento alla variazione del Dup (documento di programmazione economica) presentato dal consigliere leghista Massimo Polledri, ma che ha ottenuto il placet anche di sei eletti della maggioranza di centrosinistra (Federico Sichel, Stefano Perrucci, Manuel Rossi, Miriam Bisagni, Lucia Carella, Roberto Colla, mentre si è astenuta Sandra Ponzini).

Dal punto di vista tecnico, l’emendamento approvato di fatto ripristinava il testo originario del Dup con il riferimento alla “proposta di finanza di progetto per l’affidamento in concessione del servizio di gestione funzionale ed economica” del Polisportivo e della Raffalda. Bloccando di fatto la modifica introdotta ad agosto dalla giunta, che rendeva più esplicito e diretto l’affidamento del progetto. Una formula che avrebbe rappresentato un’accelerazione della pratica amministrativa, rendendo non più necessario un ulteriore passaggio in consiglio comunale.

Sia Polledri che Tommaso Foti (Fratelli d’Italia) hanno fortemente contestato il tentativo della giunta attraverso un documento “generico e senza riferimenti certi al costo economico e all’impatto sulle casse comunali del progetto” di nuova piscina.

Gli esponenti della maggioranza che hanno avallato la revisione del Dup assicurano: “Nessuno stop al progetto di nuova piscina, ma è opportuno che il consiglio sia investito del piano e che la giunta chiarisca i termini dell’impegno finanziario senza commettere l’errore di procedere al buio per ragioni puramente elettorali”.   

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.