Pontedellolio, alle scuole arriva la banda ultra larga

Oltre alle scuole, anche l’intera zona artigianale del Ghizzo sarà presto dotata di accesso a Banda Ultra Larga. In questa zona il posizionamento della fibra ottica sarà effettuato grazie a finanziamenti europei

Più informazioni su

Al via mercoledì 5 ottobre i lavori per fornire alle scuole di Ponte dell’Olio (Piacenza) la connettività alla banda ultra larga.

L’intervento, parte del progetto Schoolnet promosso e parzialmente finanziato dalla regione Emilia-Romagna, sarà realizzato da Lepida, società pubblica in house, e consentirà di collegare a internet ambedue i plessi scolastici del paese attraverso una banda di 1 Gbps simmetrico (stessa velocità in download e in upload).

Tale collegamento permetterà non solo di migliorare gli attuali servizi scolastici in ambiente internet, ma soprattutto pone le basi per potere avviare altre iniziative in programma per il paese, tra cui la biblioteca digitale e l’insegnamento a distanza per il biennio delle scuole superiori.

Oltre alle scuole, anche l’intera zona artigianale del Ghizzo sarà presto dotata di accesso a Banda Ultra Larga. In questa zona il posizionamento della fibra ottica sarà effettuato sempre da Lepida ma con finanziamenti europei.

Il Comune di Ponte dell’Olio nel maggio scorso aveva partecipato al bando POR FESR Asse 2, che finanzia gli interventi di connessione a banda ultra larga delle così dette “aree bianche”, cioè le aree produttive che, troppo piccole e lontane dagli assi viari principali, non saranno mai oggetto di investimento da parte degli operatori commerciali di internet. L’area del Ghizzo è stata inserita nell’elenco regionale degli interventi, e vi saranno quindi realizzate con i fondi europei le infrastrutture che permetteranno a tutte le aziende della Z.A. che avranno bisogno di banda ultra larga, di potere attivare connessioni a 100 Mbps in download e 50 Mbps in upload con l’operatore commerciale di loro scelta.

Una terza azione in corso è l’estensione della rete a fibra ottica a Via Vittorio Veneto. Nell’ambito dei lavori di consolidamento della via centrale del paese (il Borgo per i pontolliesi), è in programma di portare la fibra fino all’ex-Municipio, predisponendo i futuri collegamenti per gli esercizi, gli studi e le abitazioni della borgata, installando nel contempo un cavidotto fisso al servizio degli ambulanti che vengono a Ponte dell’Olio in occasioni di fiere, mercati e manifestazioni.

Le diverse diramazioni della rete a fibra ottica, che attualmente attraversa il paese sulla provinciale ma che ha un solo punto di connessione presso il Municipio, permetterà anche agli operatori di installare antenne che estenderanno l’accesso alla banda ultra larga a 30 Mbps con connessione senza fili anche a tutte le altre utenze, domestiche e non, dell’intero capoluogo di Ponte dell’Olio.

“Ponte dell’Olio – dice il Sindaco Copelli – è un paese a forte vocazione imprenditoriale, sede nel passato e nel presente di industrie e imprese artigianali ad alto livello, da cui hanno avuto origine anche aziende tra le più prosperose della provincia. Oggi lo sviluppo nel paese si basa molto anche sul terziario, e c’è una dinamica positiva per gli esercizi commerciali, le imprese di servizi e gli studi professionali.

“Non abbiamo l’autostrada vicina e nemmeno una stazione ferroviaria, ma con queste iniziative abbiamo aperto un casello di un’autostrada telematica. Visto che è sempre più difficile trasportare atomi, ci stiamo attrezzando per far viaggiare velocemente bit da e verso Ponte dell’Olio.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.