Quantcast

Vogliono 4mila euro da un’anziana, badante sventa la truffa

Questa volta è andata male ai malintenzionati che nei giorni scorsi hanno telefonato ad una 87enne residente in città, tentando di mettere a segno il noto raggiro del falso incidente stradale. 

Chiedono 4mila euro ad un’anziana di Piacenza, ma la badante sventa la truffa. Questa volta è andata male ai malintenzionati che nei giorni scorsi hanno telefonato ad una 87enne residente in città, tentando di mettere a segno il noto raggiro del falso incidente stradale. 

Un uomo, con uno spiccato accento del Sud Italia, ha chiamato a casa della donna, dicendo di essere l’avvocato di sua figlia, rimasta coinvolta in un incidente stradale con un’auto  priva di copertura assicurativa. Motivo per cui era necessario che l’anziana versasse 4mila euro in contanti per risolvere la situazione.

Dall’altra parte della cornetta c’ero però la badante della 87enne, una 53enne romena, che non ha creduto alle parole del malvivente e ha riagganciato il telefono.

Subito dopo è arrivata un’altra telefonata, questa volta da parte di un presunto appartenente alle forze dell’ordine, che ha insistito per avere la somma, dicendo che altrimenti la figlia rischiava di essere denunciata.

La badante ha subito contattato la figlia della sua titolare al cellulare, scoprendo in diretta che si trovava a casa, stava bene e non era rimasta coinvolta in nessun incidente.

Dopo aver nuovamente sbattuto il telefono in faccia ai truffatori, si è quindi rivolta ai carabinieri della stazione di Piacenza Principale per segnalare l’accaduto. 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.