Quantcast

“Giana tra le righe”, alla Passerini la mostra sulla scrittrice Anguissola

Le curatrici Francesca Agosti e Barbara Spazzapan hanno raccolto materiale iconografico e documentario che parte dalla valorizzazione dell'archivio privato concesso temporaneamente alla Biblioteca Passerini Landi dal figlio Riccardo Küfferle

Più informazioni su

Sabato 3 dicembre, alle 11, verrà inaugurata presso la Biblioteca Passerini-Landi la mostra “Giana tra le righe. Scritti, immagini e luoghi di un’inedita Anguissola”.

L’esposizione, che rimarrà allestita sino al 31 marzo 2017, celebra il cinquantesimo anniversario della morte della scrittrice piacentina e si articolerà tra il piano terra e il salone monumentale della sede di via Carducci, dove sarà visitabile negli orari di apertura della struttura.

Le curatrici Francesca Agosti e Barbara Spazzapan hanno raccolto materiale iconografico e documentario che parte dalla valorizzazione dell’archivio privato concesso temporaneamente alla Biblioteca Passerini Landi dal figlio Riccardo Küfferle.

Si scoprono così anche aspetti personali e in buona parte inediti dell’autrice, che oltre alle opere per adulti, bambini e ragazzi in una costante ricerca di forme e stili nuovi, è stata una giornalista sagace e fine osservatrice, capace di indagare con sensibilità i fenomeni sociali e di costume del suo tempo.

La mostra condurrà in un viaggio anche attraverso i luoghi a lei più cari: i rioni popolari di Piacenza negli anni ’30, i quartieri storici e la periferia della Milano pre e post-bellica, i rifugi di Sori e Travo.

Senza dimenticare le sue doti di coraggio, ambizione e intraprendenza professionale, che in una società ancora lontana dall’emancipazione femminile la videro sempre attenta ai diritti delle donne, promotrice di principi morali quali il rispetto, la libertà, il senso del dovere.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.