Quantcast

Il Comune alle categorie: “Non useremo la Tari per far tornare i conti”

La riunione, tenutasi in Municipio, ha riguardato il tema della Tari ed è stata promossa dall'Amministrazione comunale a seguito della richiesta di confronto avanzata dalle stesse associazioni di categoria

Nei giorni scorsi il sindaco di Piacenza Paolo Dosi e l’assessore al Bilancio Luigi Gazzola hanno incontrato le rappresentanze di Confindustria, Cna, Coldiretti, Confagricoltura, Confartigianato, Confcooperative, Confesercenti, Legacoop, Libera Associazione Artigiani e Unione Commercianti.

La riunione, tenutasi in Municipio, ha riguardato il tema della Tari ed è stata promossa dall’Amministrazione comunale a seguito della richiesta di confronto avanzata dalle stesse associazioni di categoria, che avevano recentemente espresso, con una nota diffusa anche sui media locali, le proprie preoccupazioni circa il possibile impatto del tributo sul difficile equilibrio del bilancio comunale per il 2017 e gli anni successivi.

Nel corso dell’incontro, gli amministratori comunali hanno ribadito la totale autonomia della Tari rispetto al bilancio dell’ente, poiché per legge il tributo deve coprire integralmente il costo del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti.

Il sindaco Dosi e l’assessore Gazzola hanno pertanto confermato che anche nel 2017, così come per gli anni successivi, le tariffe Tari saranno stabilite unicamente in base ai costi, sottolineando, inoltre, che le criticità che il Comune deve affrontare per predisporre il bilancio di previsione in pareggio non avranno ripercussioni su tali tariffe.

I rappresentanti delle categorie produttive hanno riaffermato le difficoltà di molte imprese nel far fronte, complessivamente, al livello di tassazione generale cui sono sottoposte, auspicando che anche la determinazione della Tari possa costituire occasione di contenimento della pressione fiscale.

A conclusione dell’incontro, al fine di consentire una maggiore partecipazione delle rappresentanze di categoria alla fase di regolamentazione e definizione delle imposte locali, le parti hanno concordato sull’opportunità di promuovere un Tavolo di lavoro per affrontare le tematiche dei tributi comunali, affinché le imprese possano avere conoscenza, con maggiore tempestività, degli intendimenti dell’Amministrazione in ordine alle politiche fiscali e, attraverso questa collaborazione, abbiano la possibilità di avanzare le proprie proposte su temi di rilevante interesse.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.