Montale, “manto scivoloso e  tombini ostruiti”. Interrogazione di Girometta foto

?"Nonostante numerosi solleciti in merito, l’Amministrazione Comunale ha effettuato diversi restauri su alcuni marciapiedi, ma non sono stati risolutivi per tutto il quartiere, e molti residenti sollecitano continuamente il Comune affinchè intervenga"

Riceviamo e pubblichiamo l’interrogazione urgente del consigliere del comune di Piacenza Maria Lucia Girometta, sulla situazione dei marciapiedi di Montale. 

Interrogazione Urgente – Premesso che Montale è una delle tante frazioni di Piacenza, ricca non solo di aziende ma di molte abitazioni e ville con giardini e tanto verde. Il verde, sia privato che pubblico, è indubbiamente importante non solo per l’immagine del quartiere ma soprattutto per la salute e, proprio per questo, è necessario salvaguardare il medesimo il più possibile

Appurato che I residenti della zona sono esasperati, in quanto le foglie dei tanti alberi formano un manto scivoloso e ostruiscono tombini e grondaie e le radici degli alberi creano seri problemi alle strade e alle abitazioni;

Nonostante numerosi solleciti in merito, l’Amministrazione Comunale ha effettuato diversi restauri su alcuni marciapiedi, ma non sono stati risolutivi per tutto il quartiere, e molti residenti sollecitano continuamente il Comune affinchè intervenga L’Assessore interessato precisa “: lo sappiamo bene che c’è il problema e tra l’altro non c’è solo li, ma non é che possiamo metterci a sradicare tutte le piante perché non si può togliere il verde. Quando moriranno le piante le sostituiremo a norma di legge”.

Tali affermazioni non sono condivisibili perché, pur essendo amante del verde e della conservazione di alberi e della natura tutta, non è possibile tollerare che le radici delle piante provochino danni alle abitazioni entrando nelle cantine, né che le foglie causino danni alle grondaie e soprattutto facciano cadere le persone.
 
Chiedo all’Amministrazione Comunale: se intende porre rimedio ai tanti disagi lamentati, se intende addebitarsi i lavori di ripristino causati dalle radici e dalle foglie che intasano tombini, grondaie e cantine. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.