Quantcast

No al bitume, ampia partecipazione all’assemblea del comitato foto

Con il presente comunicato intendiamo esprimere il nostro personale ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato all’assemblea pubblica tenutasi giovedi’ 24 novembre 2016 a Gossolengo

Più informazioni su

Comitato “No al bitume – Sì al parco del Trebbia” – La nota stampa sull’assemblea pubblica del 24 novembre a Gossolengo (Piacenza)

Con il presente comunicato intendiamo esprimere il nostro personale ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato all’assemblea pubblica tenutasi giovedi’ 24 novembre 2016 a Gossolengo e a coloro che pur nell’impossibilita’ di garantire la propria diretta partecipazione non ci fanno mai mancare la loro vicinanza e il loro supporto.

L’assemblea organizzata al fine di aggiornare i cittadini circa cio’ che, nel piu’ totale imbarazzante silenzio dell’amministrazione comunale, sta avvenendo in localita’ Ponte Nuovo – dove oltre alle già concesse autorizzazioni [es. impianto di conglomerati bituminosi e nuova cava] impugnate dal comitato dinanzi al tribunale amministrativo regionale, si aggiunge ora una nuova richiesta di trattamento rifiuti speciali – ha registrato una nutrita partecipazione della comunità gossolenghese nonostante il tempo inclemente.

Partecipazione che si dimostra sempre di più attiva, diretta e consapevole. Ancora convinta, a ragione, che si possa fare tanto per impedire lo scempio che si vuole consumare nel Parco del Trebbia.

Oltre a relazionare i cittadini sullo stato di avanzamento della lotta, agli stessi è stato chiesto di farsi portavoce nella cerchia degli amici, parenti, vicini di casa del bagaglio di informazioni fornite garantendo come comitato, se necessario, la disponibilità a svolgere una attività capillare di informazione porta a porta.

Da segnalare gli interventi, durante la serata, di alcuni rappresentanti di comitati che in città e provincia si battono per il riconoscimento del loro sacrosanto diritto alla salute e per la salvaguardia del suolo. in particolare Marcello Trabucchi in rappresentanza dei comitati della Val d’Arda che si battono contro il progetto Carbonext e Marco Natali in rappresentanza del comitato Pertite, che a distanza di 7 anni ancora oggi si trova a dover rivendicare con forza il diritto, sancito da 30 mila piacentini che votarono anni orsono, di avere un nuovo parco pubblico a verde nella propria citta’.

Cogliamo inoltre l’occasione del presente comunicato per stigmatizzare con forza le dichiarazioni apparse recentemente sugli organi di stampa da parte dell’amministrazione comunale di Gossolengo tese a minimizzare e a derubricare come poco importanti e non degne di informazione ai cittadini tutto cio’ che sta accadendo a Ponte nuovo.

In particolare laddove si afferma che le attivita’ [trattamento rifiuti] oggetto del nuovo procedimento autorizzativo di valutazione di impatto ambientale [v.i.a.] sarebbero gia’ in corso nell’area sebbene in quantitativi ridotti e che il nuovo procedimento di v.i.a. sarebbe legato agli aumenti degli stessi. Affermazioni che, se non smentite, sarebbero di estrema gravità e testimonianza di totale assenza di conoscenza di ciò che le attuali autorizzazioni concederebbero alla ditta esercente gli impianti nell’area. 

Ricordiamo infine alla cittadinanza che si puo’ continuare a sostenere la lotta del comitato attraverso la raccolta fondi avviata a sostegno della causa legale in corso con contributi spontanei tramite versamenti personalmente o on-line sul c/c 302847/06 c/o cariparma a gossolengo intestato a «comitato no al bitume si al parco del trebbia» – codice iban it25k0623065320000030284706.

 
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.