Piacenza e la Cina più vicine, Comune e Consorzio Alimentare in visita a Chongqing

La volontà è quella di instaurare una "corsia preferenziale per far conoscere alla Cina le eccellenze enogastronomiche piacentine"

Più informazioni su

Una delegazione composta dal vicesindaco Francesco Timpano e da Simona Bazzoni, in rappresentanza del Consorzio Piacenza Alimentare è in partenza martedì per Chongqing, nel distretto cinese di Jiangbei.

Scopo della trasferta, che avrà la durata di quattro giorni (voli compresi), sarà quello di sigillare un gemellaggio economico tra Piacenza e il distretto, realtà in costante crescita e con il Pil più alto dell’intero stato.

La volontà di entrambe le parti è quella di instaurare una “corsia preferenziale per far conoscere alla Cina le eccellenze enogastronomiche piacentine”.

Il consorzio Piacenza Alimentare, come dichiarato dal presidente Sante Ludovico, “si è impegnato fortemente per lavorare a stretto contatto con il Comune dando vita a una sinergia fondamentale per instaurare collaborazioni economiche con la Cina”.

“E’ infatti importantissimo”, sottolinea il vicesindaco Timpano “creare un solido legame tra imprese e istituzioni per potere porre le basi di un accordo commerciale con una realtà come quella cinese”.

A tal proposito già l’anno scorso, tra settembre e ottobre, delegazioni provenienti da Chongqing, guidate in occasione della seconda visita da Liu Qiang, Ministro dell’Agricoltura del distretto, sono state ricevute a Piacenza dal sindaco Paolo Dosi e da membri del consorzio Piacenza Alimentare.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.