Quantcast

Premio Carta Canta, in finale La Palta e Taverna del Gusto

In provincia di Piacenza i locali in finale sono due: il Ristorante La Palta di Borgonovo Val Tidone e la Taverna del Gusto di Piacenza, entrambi in corsa per la categoria Miglior focus sul territorio

Più informazioni su

Sono stati eletti i finalisti di Carta Canta, il marchio di qualità per le carte dei vini che premia la proposta di etichette del territorio.

“L’Emilia-Romagna apre una stagione nuova per il suo vino dove ad una generale qualità delle produzioni si affianca l’orgoglio di proporle e la capacità di testimoniare il proprio territorio – afferma Giorgio Melandri, Presidente della giuria di Carta Canta – Un corso nuovo che Enoteca Regionale Emilia Romagna ed Enologica, insieme a FIPE, hanno saputo cogliere, e che ha oggi dei veri e propri ambasciatori: i finalisti del concorso Carta Canta”.

Nato per premiare la cultura enogastronomia e la tipicità regionale, il premio ha coinvolto 1.500 locali selezionati fra i quali la Giuria ha scelto i 47 finalisti che concorrono all’assegnazione dei premi, che avverrà il 21 novembre ad Enologica.

In provincia di Piacenza i locali in finale sono due: il Ristorante La Palta di Borgonovo Val Tidone e la Taverna del Gusto di Piacenza, entrambi in corsa per la categoria Miglior focus sul territorio. 

Oltre a questa sezione, verranno assegnati fra l’altro i premi per la Miglior carta enoteca, la Miglior carta ristorante, il Premio assortimento annate storiche e anche il premio Miglior ambasciatore dell’Emilia Romagna all’estero, per il quale sono in lizza locali di New York, Londra e Svizzera che propongono nella loro carta un qualificato assortimento di vini dell’Emilia Romagna.

E’ stata introdotta anche la sezione Miglior stabilimento balneare, a testimonianza di come anche le spiagge della Romagna si stiano muovendo nella direzione di una proposta di vini di qualità crescente.

Il Premio Carta Canta è promosso da Enoteca Regionale Emilia Romagna, da Enologica – Salone del vino e del prodotto tipico dell’Emilia Romagna e da Fipe, Federazione Italiana Pubblici Esercizi. L’obiettivo è quello di avvalorare e riconoscere l’impegno di chi crede nella tipicità del territorio e arricchisce la propria Carta dei Vini con proposte regionali. 

“Siamo particolarmente colpiti dalla quantità ma soprattutto dalla qualità delle carte dei vini che abbiamo ricevuto – dichiara Pierluigi Sciolette, Presidente di Enoteca Regionale Emilia Romagna – Non è stato facile selezionare i finalisti, perché molte carte erano meritevoli. Con Carta Canta vogliamo creare un legame forte e duraturo tra la regione e chi la promuove, un legame che si nutre di contenuti e di riconoscenza”.

“Nelle nove province della nostra regione vogliamo creare la consapevolezza che la tipicità è un valore che va testimoniato con orgoglio e senso di appartenenza” afferma Ambrogio Manzi, Direttore di Enoteca Regionale Emilia Romagna. “Carta Canta mira ad avvalorare e riconoscere l’impegno di chi quotidianamente lavora per mettere un accento sulla qualità – dice Adua Villa, giurato e testimonial del premio – le iniziative per funzionare devono avere un’anima ed essere sorrette da un progetto, al fine di aiutare un territorio al fine di divulgare il proprio Valore. E Carta Canta ce l’ha”.

Ora non resta che attendere di sapere quali saranno i locali vincitori: la premiazione sarà ad Enologica lunedì 21 novembre 2016 alle ore 12.00 a Palazzo Re Enzo, Bologna.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.