Referendum, nasce il comitato “Valtrebbia per il Sì”

Venerdì scorso a Bobbio si è formato il comitato per sostenere il SI al prossimo referendum costituzionale del 4 dicembre. “Valtrebbia per il Sì” nasce identificandosi in rappresentanza dei territori dei sette Comuni dell’alta Valtrebbia, con logico centro organizzativo nella città di Bobbio.

Comunicato stampa

Piacenza – Venerdì scorso a Bobbio si è formato il comitato per sostenere il SI al prossimo referendum costituzionale del 4 dicembre. “Valtrebbia per il Sì” nasce identificandosi in rappresentanza dei territori dei sette Comuni dell’alta Valtrebbia, con logico centro organizzativo nella città di Bobbio.

Coordinato da Massimo Poggi, consigliere e già sindaco di Coli, ha come capofila e referente principale Patrizia Marchi, consigliere di minoranza del comune di Bobbio.

Sviluppatosi all’interno del circolo PD, è partito con 13 membri e ora si sta rivolgendo alla società civile e produttiva della Valtrebbia che crede nell’adeguamento della nostra Costituzionale nei cruciali articoli riguardanti la riforma del bicameralismo perfetto del nostro Parlamento.

“il nostro sistema elettorale, unico in Europa – aggiunge il portavoce Poggi – assegnando pari poteri a Camera e Senato, di fatto ostruisce e rallenta i vari meccanismi per approvare provvedimenti e leggi. Importantissimo nel dopoguerra post fascista, oggi il Paese necessita di un più moderno sistema di legiferazione. La riforma, che prevede tra l’altro una drastica riduzione dei componenti del Senato e sostituiti con i rappresentanti dei territori italiani, è strumento indispensabile per snellire e, in una parola, cambiare!”

“E’ importante. Prego tutti i cittadini della nostra bella Valtrebbia, tutti coloro che credono che anche attraverso questo meraviglioso strumento istituzionale che è il referendum si possa dare speranza ai nostri territori spesso dimenticati, di contattare il nostro Comitato “Valtrebbia per il Sì”,  attraverso i contatti diretti o tramite i social network.

Le prossime iniziative del Comitato saranno per tempo trasmesse attraverso gli organi di stampa locali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.