Timpano in Cina, siglata intesa tra Piacenza e il distretto di Jiangbei

Un documento che formalizza le buone relazioni tra le due municipalità, con l’obiettivo di collaborare nei settori della cultura, dell'arte, dell'educazione, della salute, dei viaggi e del tempo libero, dell'industria e della protezione ambientale, facilitando scambi anche di tipo commerciale.

“Si avverte la capacità di coniugare una solida cornice istituzionale a un forte dinamismo economico, con investimenti concreti sul ruolo dei territori urbani e sul rapporto tra le città”: così il vicesindaco Francesco Timpano, in procinto di rientrare in Italia dopo la tre giorni nel distretto cinese di Chongqing, dove l’Amministrazione comunale – insieme al Consorzio Piacenza Alimentare, rappresentato da Simona Bazzoni – è stata invitata in occasione della Conferenza annuale per l’amicizia tra le città internazionali.

Una visita culminata oggi con la firma del Memorandum of Understanding tra Piacenza e il distretto di Jiangbei: un documento che formalizza le buone relazioni tra le due municipalità, con l’obiettivo di collaborare nei settori della cultura, dell’arte, dell’educazione, della salute, dei viaggi e del tempo libero, dell’industria e della protezione ambientale, facilitando scambi anche di tipo commerciale.

Contestualmente, nell’ambito della stessa cerimonia è stato firmato l’accordo “Chongqing Iniative”: un’intesa tra le 263 realtà urbane presenti alla conferenza (con 600 delegati da 80 Paesi diversi) che ribadisce la necessità di stabilire modelli di cooperazione tra città innovative, per generare benefici a vantaggio dei territori coinvolti. “Un accordo importante – spiega l’assessore Timpano – che riconosce alle città, indipendentemente dalle dimensioni, un ruolo fondamentale nel determinare la crescita economica e il benessere sociale”. 

In questi giorni, la delegazione piacentina ha partecipato a un pranzo ristretto con il vicesindaco di Chongqing Liu Guiping e il segretario generale della municipalità cinese Tang Yingyu, con la presenza di alcune altre città europee, nonché delle province di Anversa e Buenos Aires. “Si è parlato molto – spiega Timpano – dell’interesse forte della municipalità di Chongqing alla produzione agroalimentare e allo sviluppo delle connessioni logistiche con l’Europa. Su quest’ultimo punto esistono già legami forti con realtà come Anversa, ma vi sono spazi per la nascita di nuove relazioni con altri centri logistici del nostro continente”.

Non sono mancate le opportunità di presentare pubblicamente il nostro territorio sotto il profilo socioeconomico, culturale e dell’attrattività turistica: “Nel corso di una conferenza stampa – racconta l’assessore – ho ricordato l’incontro del luglio 2015 durante l’Expo milanese, nonché le successive visite del sindaco Huang Qifan e dei rappresentanti di Chongqing a Piacenza, che tra settembre e novembre dello scorso anno hanno posto le basi per rafforzare l’intesa tra i nostri territori. Non è mancata l’attenzione alle potenzialità offerte dal recente collegamento ferroviario stabile tra Chongqing e l’Europa, con particolare riferimento al nostro sistema logistico”. 

“La Conferenza, in una sala gremita da un migliaio di persone – rimarca il vicesindaco – ha evidenziato il ruolo che le città possono avere, in termini di innovazione e sostenibilità, per la crescita del mondo, ancor più in un momento storico caratterizzato da crescenti nazionalismi, in cui l’amicizia e la condivisione tra territori urbani può essere strumento di pace.

Molto interessanti si sono rivelate anche le sessioni tematiche sulla riduzione dei consumi e sul branding culturale delle città, finalizzato all’innovazione nel turismo. Quello siglato tra il distretto di Jiangbei e Piacenza è stato uno dei tre nuovi accordi firmati nel corso dell’evento: gli altri due riguardano Shenyang e Florida City, nonché Choibarsan in Mongolia e Hulunbuir nella Inner Mongolia”. 

(nota stampa a cura del Comune di Piacenza)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.