Quantcast

Economia piacentina “tra luci e ombre”. Online le interviste a Rota e Camisa foto

Presentate sulla rivista on line Piacenz@economia, Lavoro e Società (www.piacenzaeconomia.it) le interviste sulla congiuntura economica e sullo sviluppo economico di Piacenza che sono state rivolte ai Presidenti delle Associazioni di Categoria

Vengono presentate sulla rivista on line Piacenz@economia, Lavoro e Società (www.piacenzaeconomia.it) le interviste sulla congiuntura economica e sullo sviluppo economico di Piacenza rivolte ai Presidenti delle Associazioni di Categoria che, da sempre, rappresentano un osservatorio privilegiato di valutazione e di analisi dei fattori critici e di successo delle politiche di sviluppo del territorio.

Apre la serie di interviste, il comparto dell’industria rappresentato dal Dott. Alberto Rota, Presidente di Confindustria e dal Dott. Cristian Camisa, Presidente di Confapindustria Piacenza.

Entrambi parlano di una situazione locale tra luci ed ombre. “Lo scenario nel quale operano le imprese industriali, mai come oggi, appare incerto e di difficile lettura” – spiega Rota. “Come è emerso nel corso della nostra periodica indagine congiunturale, il primo semestre 2016 ha registrato una variazione negativa del fatturato delle nostre imprese manifatturiere. In questo contesto rimangono positivi i dati sull’occupazione, che vede un incremento dello 0,50% accompagnato da una forte riduzione della cassa integrazione, e le previsioni degli imprenditori che si confermano sostanzialmente sui livelli di sei mesi fa”.

Camisa, partendo dai recenti dati divulgati dalla locale Camera di Commercio, sottolinea una “riduzione nella consistenza complessiva della compagine imprenditoriale piacentina: a settembre 2016 risultano essere 30.075 le imprese registrate (circa 27.000 quelle attive), 118 imprese in meno rispetto a quelle registrate a settembre 2015. Questo è un dato che deve far riflettere perché siamo ritornati ai livelli del 2000”.

“I dati Unioncamere relativi al 3° trimestre dell’anno evidenziano un incremento tendenziale della produzione del 2,1%, il fatturato e gli ordini sono ritornati a crescere, in particolare gli ordinativi esteri che risultano incrementati del 3%. Per la prima volta dall’inizio della crisi, uno dei nostri settori cardine, quello dell’Oil&Gas, causa la diminuzione del prezzo del petrolio e causa le tensioni internazionali, ha subito un brusco stop con effetti importanti e pesanti soprattutto sull’indotto”.

Cosa fare per promuovere lo sviluppo economico di Piacenza? Per Camisa “in primis questa città deve lavorare su una visione di lungo periodo. Ho proposto e continuerò a farlo con forza la costituzione di un think tank composto dalle più rinomate personalità in campo economico, imprenditoriale, manageriale che funga da pensatoio sulla Piacenza del 2050: quale vocazione vogliamo sviluppare, su cosa dovrà lavorare il nostro territorio. I temi sono tanti e le sfide che ci attendono sono difficilissime”.

“Occorre investire in cultura economica – è il parere di Rota -. Gli interventi prioritari per promuovere lo sviluppo economico di Piacenza partono dal fatto che occorre attuare tutte quelle iniziative rispetto alle quali le leve sono in mano nostra e che creano quel contesto favorevole esterno che vanno a vantaggio delle imprese già esistenti e che attirano investimenti extraprovinciali. La logistica ce lo insegna in maniera molto evidente. Il suo sviluppo è conseguenza di una dotazione naturale per la quale non possiamo ascriverci nessun merito”.

“E’ chiaro invece – conclude – che tocca a noi gestire tutta una serie di elementi che possono far sì che questo tipo di attività abbia un impatto positivo. Purtroppo invece sempre più la discussione si radicalizza e l’esito finale è un rifiuto a priori di qualunque cosa rispetto alla quale si intravedono alcune negatività”.

Le interviste complete sono disponibili al link: http://www.piacenzaeconomia.it/Leggi_Articolo.asp?IDArt=516. A seguire, nei prossimi giorni, verranno pubblicate le interviste ai rappresentanti del comparto del Commercio, dell’Artigianato e dell’Agricoltura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.