Quantcast

Mondiali: non basta a Carini il personale nei 100 farfalla, fuori nelle batterie

Un copione che per il giovane piacentino, alla sua prima convocazione in azzurro, ha ricalcato quello di martedi, quando Carini non era riuscito ad accedere alla finale nei 200 farfalla

Un’altra eliminazione, nonostante il primato personale, per Giacomo Carini ai mondiali di nuoto di Windsor.

Un copione che per il 19enne piacentino, alla sua prima convocazione in azzurro, ha ricalcato quello di martedi, quando Carini non era riuscito ad accedere alla finale nei 200 farfalla; questa volta, nei 100 farfalla, ha chiuso settimo nella propria batteria in 52”43 nei 100 farfalla (25esimo assoluto): suo personale in vasca corta, con un miglioramento di mezzo secondo, ma insufficiente per passare il turno.

Mondiale sfortunato per Carini, che ha comunque fatto vedere tutto il suo grande potenziale: per lui un’esperienza positiva, da mettere a frutto nell’immediato futuro.

“Considerando che la sua distanza ideale, per la sua struttura fisica e per le sue qualità tecniche, è quella dei 200 metri – commenta il tecnico biancorosso Gianni Ponzanibbio – credo che Giacomo abbia disputato ancora una volta una grande prestazione. Pur non avendo centrato la qualificazione alla semifinale, infatti, è riuscito a lasciarsi alle spalle oltre sessanta nuotatori riuscendo anche a migliorare il proprio personale di mezzo secondo”.

“Considerando la sua giovane età, ma anche il fatto che si tratta della sua prima volta ai Mondiali assoluti, l’obiettivo principale era quello di riuscire a confermare o anche migliorare i suoi già ottimi tempi, un obiettivo che Giacomo è riuscito a centrare pienamente con due gare davvero positive. L’importante, a questo punto, è continuare a lavorare con impegno per i prossimi appuntamenti agonistici”.

Fra pochi giorni Carini rientrerà con la squadra azzurra dal Canada e dovrà subito riprendere gli allenamenti in vista dei prossimi Campionati Italiani invernali in vasca lunga, in programma a Riccione il 16 e il 17 dicembre. Un altro importante appuntamento agonistico, quindi, in cui Giacomo Carini cercherà ancora una volta di essere protagonista.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.