Quantcast

Parchi più belli con “I Care”, il bilancio finale del progetto  foto

 La sala del Consiglio comunale si è riempita di bambini e ragazzi delle cooperative sociali Eureka e Casa del Fanciullo, per tracciare un bilancio conclusivo del progetto “I Care”.

Più informazioni su

 La sala del Consiglio comunale si è riempita di bambini e ragazzi delle cooperative sociali Eureka e Casa del Fanciullo, per tracciare un bilancio conclusivo del progetto “I Care”.
 

In presenza anche dell’assessore al Nuovo Welfare Stefano Cugini, educatori e ragazzi di diversi Centri Educativi – tra cui Casa del Fanciullo, Stella Polare, Tandem, Scarapan, Pi Greco, Calamita e Piedi Allegri – hanno mostrato attraverso foto e video i progetti realizzati al termine dello scorso periodo estivo, esempio di cittadinanza attiva finalizzata alla tutela di spazi comuni, nell’ottica di valorizzare anche le risorse di quei minori che vivono situazioni di disagio.

I ragazzi dei Centri si sono preoccupati nello specifico di apportare, anche raccogliendo le opinioni dei cittadini, piccole migliorie in diversi parchi della città (Via Molinari, Parco delle Mura, Parco del Bastione) attraverso attività di manutenzione condotte insieme agli educatori (es. ripassare le linee del campo da calcetto con il gesso; ridipingere la struttura delle porte del campo da calcio; sistemare una fontanella rotta).   

La volontà è quella di proseguire il progetto nei prossimi anni. I ragazzi, con l’eventuale aiuto di esperti esterni da individuare (es. liceo artistico, politecnico, infoambiente, ecc) potranno studiare e successivamente proporre piccoli interventi volti a migliorare la fruibilità delle aree sulle quali si è già agito.

L’Assessore comunale Stefano Cugini ha particolarmente lodato l’iniziativa, che ha rappresentato “un invito e una lezione a tutta la cittadinanza a “prendersi cura” della propria città per renderla più bella”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.