Quantcast

Appostamento sotto casa della ex, scatta il divieto di avvicinamento

Il giovane era stato denunciato nel dicembre scorso dopo aver violato un precedente ammonimento delle forze dell'ordine ed essersi "attaccato" al citofono dell'abitazione della coniuge, dalla quale si sta separando.

Telefonate minacciose e un appostamento sotto la casa della ex moglie; atti persecutori che hanno portato all’esecuzione di un divieto di avvicinamento nei confronti di un 30enne di Piacenza.

Il giovane era stato denunciato nel dicembre scorso (LEGGI QUI L’ARTICOLO) dopo aver violato un precedente ammonimento delle forze dell’ordine ed essersi “attaccato” al citofono dell’abitazione della coniuge, dalla quale si sta separando.

In seguito a questi fatti il tribunale di Piacenza ha emesso nei suoi confronti un divieto di avvicinamento, eseguito dai carabinieri nei giorni scorsi.

Il provvedimento impone al 30enne di restare ad almeno 500 metri dalla residenza della donna o dei suoi famigliari, oltre al divieto di non contattare in alcun modo la vittima dello stalking.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.