Gettano la droga e salgono sul taxi, fermati. Controlli della polizia

Servizi straordinari di controllo del territorio disposti dalla questura. L'attenzione delle forze dell'ordine è stata concentrata sulle zone più "critiche" della città, come le aree più frequentemente soggette ai furti o note per lo spaccio di stupefacenti. 

Gettano la droga in piazzale Marconi prima di salire sul taxi che li avrebbe condotti a Fiorenzuola (Piacenza); la loro corsa è stata bloccata per tempo dalla polizia, che ha fermato e denunciato quattro giovani cittadini marocchini per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

Un intervento scattato nella serata del 12 gennaio, mentre erano in corso i servizi straordinari di controllo del territorio disposti dalla questura, che hanno impegnato sette equipaggi della polizia di stato e 19 operatori, coordinati da Michele Rana, dirigente della squadra volante. L’attenzione delle forze dell’ordine è stata concentrata sulle zone più “critiche” della città, come le aree più frequentemente soggette ai furti o note per lo spaccio di stupefacenti.

Gli agenti delle volanti e del reparto prevenzione crimine di Reggio Emilia hanno identificato dieci veicoli ed una quarantina di soggetti; di questi, il 90% (circa 36 persone), con precedenti di polizia. La polizia ha controllato anche due esercizi commerciali e puntato l’occhio sul quartiere Roma e sulla zona della stazione ferroviaria.

Proprio qui hanno avvistato i quattro stranieri, scesi da un treno in arrivo da Milano e diretti a Fiorenzuola, come hanno poi rilevato gli accertamenti. Il gruppo era in procinto di salire su un taxi di Piazzale Marconi, ma alla vista delle forze dell’ordine hanno pensato di gettare i due grammi di cocaina e i 10 grammi di “erba” di cui erano in possesso, sotto la vettura.

La mossa non è sfuggita alla polizia, che ha bloccato l’auto. Tre di loro, tutti di età compresa tra i 20 e 30 anni, sono risultati irregolari sul territorio nazionale e sono stati messi a disposizione dell’ufficio immigrazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.