Quantcast

In Francia replica numero 300 per “Il cielo degli orsi” di Teatro Gioco Vita

Un traguardo che lo spettacolo tratto dall’opera di Dolf Verroen e Wolf Erlbruch, con la regia e le scene di Fabrizio Montecchi, ha raggiunt  a Belfort in Francia

Più informazioni su

“Il cielo degli orsi” di Teatro Gioco Vita a quota 300 repliche: un traguardo che lo spettacolo tratto dall’opera di Dolf Verroen e Wolf Erlbruch, con la regia e le scene di Fabrizio Montecchi, ha raggiunto a Belfort in Francia.

La produzione, che ha debuttato a Piacenza nell’aprile 2014, ha avuto e continua ad avere un grande successo anche a livello internazionale con il cast formato dagli attori Andrea Coppone e Deniz Azhar Azari e dal tecnico luci Anna Adorno.

Nella stagione in corso, analogamente alle ultime due stagioni, intensa l’attività di tournée in Italia e all’estero per lo spettacolo con le sagome di Nicoletta Garioni e Federica Ferrari (tratte dai disegni di Wolf Erlbruch), le coreografie di Valerio Longo, le musiche di Alessandro Nidi e i costumi di Tania Fedeli.

Nella versione francese “Le ciel des ours” la produzione è stata protagonista di una lunga permanenza in Canada, nella regione del Québec, dal 10 al 22 novembre scorso: le recite sono state quasi quaranta, dal 13 al 22 ottobre alla Maison Théâtre di Montréal, dal 25 al 30 ottobre a L’Arriére Scène di Beloeil, dal 1° al 6 novembre al Théâtre La Rubrique di Saguenay, infine dall’8 al 20 novembre a Les Gros Becs di Quèbec.

A dicembre, un’altra serrata tournée estera: in Francia, nella zona della Bretagna. Tappe in 8 città (Pornichet, Ancenis, Vitrè, St Avè, Bouguenais, Faye d’Anjou, Nort sur Erdre e Machecoul), per un totale di una quindicina di repliche dal 5 al 19 dicembre.

In questi giorni, dopo la pausa natalizia, “Il cielo degli orsi” è stato in cartellone a Belfort ospite del teatro Le Granit: il 12 gennaio con doppia recita alle ore 9.30 e alle 14, oggi – 13 gennaio – sempre con doppia recita alle ore 9.30 e alle ore 19. Ed è con la rappresentazione delle ore 9.30 che è stata raggiunta quota 300 repliche! Alla fine del mese lo spettacolo sarà ripreso in Italia e farà tappa a Trento, Rubiera e Faenza.

“Il cielo degli orsi” parla ai bambini di temi delicati e profondi e delle grandi domande della vita. Realizzato con le tecniche del teatro d’ombre, d’attore e danza, si compone di due storie.

La prima racconta di un orso che svegliatosi da un lungo letargo, e soddisfatta la fame, si mette a pensare a come sarebbe bello essere un papà. Così, con tutto il coraggio di cui è capace, si mette a gridare in direzione del bosco: “Qualcuno sa dirmi come si fa ad avere un cucciolo?” Dopo un lungo cercare sembra che la soluzione stia in cielo…

La seconda racconta invece di un orsetto molto triste per la morte del nonno. Quando la mamma gli spiega che il nonno era molto stanco ed ora è felice nel cielo degli orsi, dice: “Ci voglio andare anch’io”. E parte per il mondo alla sua ricerca…

Per entrambi i protagonisti l’infinità del cielo sembra essere l’unico luogo in cui le loro domande possono essere soddisfatte, per poi accorgersi, alla fine del loro cercare, che è sulla terra, vicino a loro, che si trova la risposta. Infatti l’orso della prima storia la trova in una bella orsa che gli compare al fianco e che indovina in un attimo i suoi pensieri: insieme si pensa sempre meglio che da soli e così, all’approssimarsi della primavera, una soluzione la troveranno.

Piccolo Orso invece trova la risposta nelle rassicuranti certezze rappresentate dagli affetti familiari: nei genitori che si prendono cura di lui affinché superi il suo dolore e si convinca che la vita è, davvero, il suo più bel cielo. Foto Serena Groppelli

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.