Quantcast

Inserimento lavorativo, la Regione finanzia 12 corsi di formazione a Piacenza

Sono oltre 12 i milioni di euro che la Giunta regionale, grazie a risorse del Programma operativo del Fondo sociale europeo, ha destinato al finanziamento di 189 percorsi che serviranno a formare circa 2.500 persone in cerca di lavoro o inattive.

Più informazioni su

Sono oltre 12 i milioni di euro che la Giunta regionale, grazie a risorse del Programma operativo del Fondo sociale europeo, ha destinato al finanziamento di 189 percorsi che serviranno a formare circa 2.500 persone in cerca di lavoro o inattive. A Piacenza sono 12 i corsi di formazione che beneficeranno di questi fondi: progettista meccanico, tecnico automazione industriale, operatore della ristorazione, operatore lavorazione carni e salumi, operatore forestale, tecnico informatico, tecnico delle vendite, operatore magazzino merci, tecnico contabile, operatore meccatronico automazione, operatore distribuzione pasti e bevande, costruzioni carpenteria metallica. 

L’obiettivo è favorire l’accesso all’occupazione in coerenza con la priorità indicata dal Patto per il lavoro che orienta l’azione di ogni segmento dell’infrastruttura educativa regionale verso il rafforzamento e la qualificazione dei percorsi di transizione verso il lavoro e da un lavoro ad un altro, agendo sulla diffusione di conoscenze e competenze e, quindi, su un’ampia capacità di innovazione nella produzione e nei servizi alle imprese, alla persona ed alla comunità.

“La formazione è leva strategica per garantire i diritti delle persone e dello sviluppo dell’economia e della società regionale- afferma l’assessore a Lavoro e Formazione professionale, Patrizio Bianchi-. Abbiamo approvato un’offerta, diffusa e diversificata, di percorsi professionalizzanti progettati da enti di formazione in collaborazione con imprese manifatturiere e di servizi per dare alle persone l’opportunità di acquisire quelle competenze che oggi possono favorirle nella ricerca di un lavoro. Dopo i 20 milioni di euro destinati a sostenere le persone fragili e vulnerabili nei percorsi di inclusione socialeattraverso il lavoro, continuiamo ad investire sulle persone, unica e vera risorsa per l’innovazione e la crescita di un sistema economico-produttivo”.

Con questo investimento si rendono disponibili azioni in grado di corrispondere ai fabbisogni formativi e professionali delle persone, per prevenire e contrastare la disoccupazione.
I percorsi, articolati in parte in aula e in parte presso imprese del territorio permettono di acquisire competenze e titoli (certificati di competenze o qualifiche del sistema regionale delle qualifiche) spendibili nelle diverse aree professionali delle imprese che operano nei settori dell’economia regionale. 

Le azioni formative approvate sono state progettate e saranno realizzate dagli enti di formazione accreditati insieme alle imprese, una collaborazione strategica per intercettare, anticipare e implementare competenze nuove e innovative per lo sviluppo.

I potenziali destinatari sono persone che hanno assolto l’obbligo d’istruzione e il diritto-dovere all’istruzione e formazione non occupate che necessitano di azioni formative, per la riduzione del divario tra le competenze richieste dalle imprese e le competenze possedute, per l’inserimento lavorativo.

Le attività formative, finanziate dal Fondo sociale europeo, sono gratuite. L’elenco dei percorsi approvati sarà reso disponibile all’indirizzo http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/. Per avere informazioni puntuali sull’articolazione delle attività formative, requisiti di accesso e data e caratteristiche delle prove di selezione occorre rivolgersi all’ente di formazione titolare del percorso.

I percorsi approvati

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.