Quantcast

Lega Nord, sei del direttivo provinciale chiedono le dimissioni di Pisani

L'attuale segretario viene rimproverato di aver generato un "clima non costruttivo, anzi intimidatorio" nei confronti dei non allineati nel Carroccio. Inoltre i promotori evidenziano la mancanza di discussione interna e lo scontro continuo nei riguardi del consiglio nazionale (regionale) della Lega Nord

Più informazioni su

Una lettera per chiedere le dimissioni del segretario provinciale della Lega Nord di Piacenza Pietro Pisani. Prosegue la guerra tutta interna al Carroccio piacentino dopo lo scioglimento della sezione cittadina. 

In gioco c’è sempre l’egemonia del movimento e la linea politica da adottare in vista delle elezioni comunali della primavera prossima. La lettera, indirizzata anche al leader nazionale Matteo Salvini, è stata sottoscritta da sei componenti del direttivo provinciale, guidati da vicesegretario nazionale Corrado Pozzi, e contiene pesanti critiche sulla conduzione del movimento da parte di Pisani. 

Che viene rimproverato di aver generato un “clima non costruttivo, anzi intimidatorio” nei confronti dei non allineati nel Carroccio. Inoltre i promotori evidenziano la mancanza di discussione interna e lo scontro continuo nei riguardi del consiglio nazionale (regionale) della Lega Nord.

La fronda interna, di fatto la componente più vicina al segretario emiliano Gianluca Vinci, sostiene nella lettera che la responsabilità di tale gestione è unicamente da attribuirsi al segretario provinciale in carica Pietro Pisani. Per questo ne chiede le dimissioni.

La lettera si conclude con la richiesta di convocare assemblee di militanti in tutte le sezioni della provincia alla presenza del segretario Vinci, che a Piacenza discuta dell’azione politica e delle candidature alle prossime elezioni comunali.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.