Quantcast

Ospedale Fiorenzuola, M5s “Ausl e Comune facciano chiarezza sul progetto”

Riceviamo e pubblichiamo l'intervento di Elena Rossi e degli attivisti del M5s di Fiorenzuola (Piacenza) in merito alla realizzazione del nuovo ospedale da tempo promessa. 

Più informazioni su

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento di Elena Rossini e degli attivisti del M5s di Fiorenzuola (Piacenza) in merito alla realizzazione del nuovo ospedale da tempo promessa. 

Venerdì mattina prossimo, 27 gennaio, si svolgerà l’Ufficio di Presidenza della Commissione Territoriale Socio Sanitaria, nella quale il Direttore Generale di AUSL Piacenza Luca Baldino presenterà ai sindaci che ne fanno parte, il progetto dell’ospedale di Fiorenzuola.

Siamo lieti che Ausl  proferisca parola in merito, pur essendo  fortemente dispiaciuti della indisponibilità, fin dal settembre scorso, da parte del Direttore Generale per poter presenziare ad un consiglio comunale aperto a Fiorenzuola d’Arda  sul tema dell’ospedale e della rete sanitaria, dove relazionarsi direttamente con i cittadini. Ci sta a cuore il futuro dell’ospedale di Fiorenzuola, da troppo tempo ormai la maggior parte dei servizi non sono più presenti, occorre spostarsi sul territorio, con grandi disagi e ancora non si hanno prospettive certe, soprattutto considerando il fatto che è chiaro ai più che i soldi stanziati dalla Regione per la realizzazione dell’opera non sono sufficienti al suo completamento.

È facile sbandierare progetti, ma per evitare di spendere soldi pubblici e ottenere una struttura incompleta o ridimensionata, il passo fondamentale è quello di richiedere uno stanziamento di fondi tale da permettere la conclusione dell’opera. Il tempo passa e le decisioni concrete non si vedono. Pur essendoci stati degli imprevisti, nel frattempo le valutazioni sui contenuti e gli stanziamenti, sarebbe stato opportuno portarli a compimento. Troppe promesse sono state fatte finora, troppe senza riscontri, troppe per crederci ancora. Vedremo quale progetto presenterà il Direttore Generale Baldino, se vorrà adeguatamente informare la cittadinanza a riguardo (si ricordano le difficoltà per avere il primo progetto dell’ospedale), in ogni caso chiediamo che vengano stanziati i fondi necessari.

A questa gestione di Ausl Piacenza si aggiunge l’atteggiamento arroccato da parte dell’Amministrazione comunale, che non informa i cittadini e nemmeno i consiglieri di minoranza sull’argomento ed i suoi sviluppi, con totale mancanza di trasparenza e volontà di dialogo. La portavoce del Movimento 5 stelle a Fiorenzuola Elena Rossini, dopo avere per più volte richiesto verbalmente al vicesindaco Pizzelli una maggiore trasparenza, condividendo decisioni e argomentazioni discusse in Conferenza Territoriale Socio Sanitaria, dopo non aver avuto alcun riscontro, il 16 dicembre scorso ha presentato una mozione (purtroppo non ancora discussa per slittamento del consiglio comunale), nella quale viene richiesta la pubblicazione sul sito comunale di tutta la documentazione e la calendarizzazione degli eventi riguardanti l’ospedale di Fiorenzuola e la rete sanitaria, per garantire ai cittadini di potersi informare direttamente.

D’altronde nelle linee programmatiche stilate da questa Amministrazione troviamo scritto: “la nostra sarà una azione amministrativa che si svilupperà e si impegnerà su tre punti cardine: PRAGMATICITA’, PARTECIPAZIONE,  TRASPARENZA“, ma le reali intenzioni  sono quelle dell’effettiva partecipazione e trasparenza? Nemmeno i membri della Commissione Sanità, ai quali era stato dichiarato dallo stesso vicesindaco in occasione dell’unico incontro con dibattimento della Commissione, che a loro sarebbero stati forniti alcuni documenti, ancora nulla è pervenuto. 

Dispiace sia reputato normale da parte dell’Amministrazione che l’informazione della riunione che si terrà venerdì prossimo giunga alla cittadinanza da altre fonti e non da lei. Questo ricorda la notizia dalla quale tutto è partito e la mancanza di informazioni e di relazione della passata Amministrazione con i cittadini e con il Comitato dell’ospedale, che ha gridato dando allarmi su molte cose, rimanendo inascoltato. Di quel Comitato, oltre al portavoce Elena Rossini, faceva parte anche l’attuale vicesindaco. Quest’ultima si è dimenticata delle battaglie con e per i cittadini e per la chiarezza? O forse non era quello che le interessava? I cittadini con le elezioni credevano di cambiare e invece così non è stato!

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.