Pallacanestro Fiorenzuola espugna Imola (55-87)

Pallacanestro Fiorenzuola 1972 torna alla vittoria esterna in Serie C Gold lasciandosi prepotentemente alle spalle il dicembre horribilis fuoricasa

Più informazioni su

Virtus Spes Vis Imola vs Pallacanestro Fiorenzuola 1972 55-87
(9-21; 25-37; 37-61; 55-87)

Virtus Spes Vis Imola: Dal Fiume 7; Dalpozzo 6; Murati ne; Zambrini 7; Sabattani 6; Creti ne; Fin 9; Corcelli 2; Vignali 4; Sangiorgi 14. All. Lunghini
Pallacanestro Fiorenzuola 1972: Galli 10; Sichel 16; Trobbiani 2; Orsini 13; Marletta; Lottici 7; Klyuchnyk 16; Donati 8; Garofalo 12; Giani 3. All. Lottici

Arbitri: Fontanini; Moratti

Pallacanestro Fiorenzuola 1972 torna alla vittoria esterna in Serie C Gold lasciandosi prepotentemente alle spalle il dicembre horribilis fuoricasa. Lo fa in modo perentorio, affondando Virtus Spes Vis Imola al termine di un match completamente a senso unico, dove Fiorenzuola è sembrata nettamente superiore alla squadra di coach Lunghini.

I gialloblu hanno giocato una pallacanestro di sistema davvero di buona fattura, coordinati da coach Simone Lottici, il quale ha potuto vedere applicata gran parte della sua filosofia cestistica. Il 52% da 3 punti di Fiorenzuola, arrivato grazie alle capacità balistiche dei giocatori valdardesi unito a una circolazione fluida che ha concesso tanti tiri aperti, è la polaroid più indicativa della serata.

Fiorenzuola inizia la partita macinando il proprio gioco, consentendo tuttavia a Sangiorgi qualche rimbalzo offensivo di troppo che si tramuta in extrapossesso per i gialloneri padroni di casa.

La tripla di Garofalo dopo un’ottima circolazione palla collettiva e l’assist di Galli valgono il 4-10 al 5′; Fiorenzuola continua a mietere punti grazie al proprio centro Klyuchnyk, che al 9′ riceve l’assist del neoentrato Sichel e lo converte in 2 punti. 7-16.

Imola prova a battersi con i liberi di Dal Fiume, ma è Sichel che da lo strappo decisivo al quarto con 5 punti personali che fruttano il 9-21 con cui le squadre vanno a sedersi sulle panchine.

Nel secondo quarto Zambrini e Sangiorgi provano a svegliare Virtus Imola dal torpore, ma Sichel e Donati in casa fiorenzuolana aprono nuovamente il gap arrivando a toccare il massimo vantaggio al 14′. 13-28.

Galli con il coast to coast cattura un rimbalzo difensivo e lo converte in 2 punti, subito dopo Orsini dall’arco punisce nuovamente la squadra di coach Lunghini; Imola sbanda vistosamente, affidandosi alla conclusione di Corcelli al 17′ per provare a bloccare la ferita vistosa. 18-35.

Il quarto si chiude sul canestro di Orsini per Fiorenzuola e sul seguente 0/2 dalla linea della carità per Dal Fiume. 25-37.

Virtus Spes Vis Imola prova ad uscire dagli spogliatoi con un’altra faccia, ma Klyuchnyk fa capire le intenzioni di Fiorenzuola da subito, inchiodando la schiacciata alla prima azione del 3° parziale.

M. Lottici in transizione risulta letale da 3 punti, mentre Sangiorgi in casa imolese riesce con gran cuore a inventarsi 4 punti personali consecutivi. La tripla seguente di Klyuchnyk, tuttavia, fa andare al tappeto Imola, risultando un colpo duro come la sella di un cosacco.  31-53 al 26′.

Donati disputa una gara di grande sostanza, serrando le fila difensivamente e risultando pericoloso in fase offensiva; la tripla di Zambrini sullo scadere del quarto fa guardare al tabellone con la chiara sensazione che la partita possa essere già in ghiaccio per Pallacanestro Fiorenzuola 1972. 37-61.

Nell’ultimo quarto la partita sembra addormentarsi; Fin con il tap in prova a lanciare la disperata rimonta per Virtus Imola, ma grandinano triple poco dopo al PalaRuggi, con Sichel, Galli e Orsini che mettono il punto esclamativo alla gara. 42-73 al 35′.

Il finale è pura accademia, con Fiorenzuola che chiude la gara con un gap davvero notevole e si autoinfonde una chiara iniezione di fiducia in vista delle prossime trasferte di campionato, continuando una striscia positiva ancora intatta nel 2017. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.