Quantcast

Pallanuoto, una grande Kosmo piegata dalla capolista Sporting Lodi

Sabato la piscina Raffalda è stata teatro di una bellissima partita, giocata con grande determinazione da tutte e due le contendenti e risolta a favore dei lodigiani grazie alla vena realizzativa dalla media distanza di Zecca

Più informazioni su

Campionato Under 15 Maschile – Girone C
Kosmo PN Piacenza TRS – Sporting Lodi 11 – 16  (5 – 4) (1 – 3) (3 – 4) (2 – 5)
 
Kosmo TRS: Bosi, Fox, Rossetti (2), Farina (1), Silva (1), Mantovani, Secchiaroli (4), Croci, Barilati, Dodici (3). All. V. Rojdestvenskyi
Sporting Lodi: Baggi Necchi, Grazzani, Anguilli, Bozzini (1), Migliavacca (1), Marchioli, Festari, Pezzetti, Almasa (5), Zecca (6), Roveda (3), Novello. All. D. Pasquini

Arbitro: sig. Di Peso
 
Non basta una grande Kosmo per piegare la capolista Sporting Lodi. Sabato la piscina Raffalda è stata teatro di una bellissima partita, giocata con grande determinazione da tutte e due le contendenti e risolta a favore dei lodigiani grazie alla vena realizzativa dalla media distanza di Zecca.

I padroni di casa partono forte e si portano subito in vantaggio con un ispiratissimo Secchiaroli autore di 4 gol nel primo parziale. Lo Sporting ribatte colpo su colpo con Zecca (2) e Roveda (2) in un entusiasmante testa a testa. Primo tempo che si chiude sul 5 a 4 grazie al sigillo di capitan Rossetti.

Secondo tempo ancora all’insegna dell’equilibrio, da segnalare un paio di ottimi interventi del portiere locale Bosi che deve però capitolare su un magistrale tiro dalla distanza di Zecca. Ospiti in vantaggio 7 a 6 alla fine della seconda frazione.

Inizio terzo tempo con la Kosmo che continua a produrre un gran gioco, pareggia con un gran tiro di Farina che si insacca all’incrocio e si riporta in vantaggio con Silva. Il solito Zecca ristabilisce la parità. Dodici riporta avanti i piacentini in un tamburellante susseguirsi di emozioni.

Svista arbitrale che convalida la segnatura con “alzo e tiro” di Almasa, con fallo avvenuto all’interno dei 5 metri, ed è di nuovo parità. Il direttore di gara, che fino a questo momento era stato impeccabile, incappa in alcune decisioni quantomeno dubbie non fischiando un paio di falli da espulsione sul boa piacentino e non vedendo due “palle sotto” che agevolano le azioni che portano alla doppia marcatura dello Sporting.

Parziale che si chiude con gli ospiti avanti 11 a 9. La Kosmo subisce il colpo e l’inerzia della partita che fino ad ora, nonostante la sostanziale parità di punteggio, appariva a favore dei padroni di casa si sposta definitivamente a favore di Lodi che allunga portandosi sul 15 a 9. Reazione dei piacentini che con 2 gol di Dodici si portano sull’ 11 a 15. Match che si chiude con la vittoria dello Sporting per 16 a 11.

Lo Sporting è squadra solida, ben organizzata, che quando non riesce a trovare spazi giocabili negli ultimi 5 metri, si affida ai tiri dalla media distanza di Zecca e Roveda per scardinare la difesa avversaria. Merita sicuramente la testa della classifica.

La Kosmo ha giocato una grande pallanuoto, con un’ineccepibile organizzazione di squadra che porta tutti gli effettivi in acqua a partecipare alla costruzione dell’azione e permette di avere varie soluzioni per finalizzare nei cinque metri. Avrebbe meritato di più, ma ha dovuto cedere l’onore delle armi da un avversario di grande livello.
 
Sabato 4 febbraio la Kosmo andrà in cerca del riscatto alla piscina Saini di Milano contro il Metanopoli.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.