Quantcast

Ponte, ecco la nuova scuola media a “vertebre” per renderla sicura FOTO foto

Sarà pronta a gennaio 2018 e sarà più sicura, in regola con le prescrizioni antisismiche. E' partito nei giorni scorsi il cantiere per la ristrutturazione della scuola media "Vaccari" di Pontedellolio (Piacenza)

Più informazioni su

Sarà pronta a gennaio 2018 e sarà più sicura, in regola con le prescrizioni antisismiche.

E’ partito nei giorni scorsi il cantiere per la ristrutturazione della scuola media “Vaccari” di Pontedellolio (Piacenza) a cura delle imprese Edildebè e Cdf costruzioni e con il progetto dell’architetto Fiorenzo Barbieri

Chiusa dal 2012 perchè non a norma in caso di terremoto, la scuola riaprirà i battenti dopo l’intervento di ristrutturazione – attraverso la costruzione di una struttura esterna “a vertebre” (come si vede dai rendering pubblicati) – che comporterà anche un ampliamento degli spazi (saranno aggiunti 240 metri quadrati di superficie), in grado di permettere lo spostamento della mensa al piano terra e la creazione nel seminterrato di un nuovo locale polifunzionale a disposizione dei cittadini. 

Il progetto nel suo complesso è stato illustrato ai cittadini nel corso di un incontro pubblico venerdì scorso in Municipio a Pontedellolio.

“La scuola risalente alla fine degli anni ’50 – ha precisato l’assessore comunale Massimo Paraboschi – verrà ristrutturata e migliorata dal punto di vista sismico, attraverso un intervento che preserva il vecchio edificio e consente di raggiungere il 96 per cento di adeguamento alle norme. Il 100 per cento si ottiene soltanto con un edificio del tutto nuovo”.

“La spesa complessiva è pari a 1,45 milioni di euro, di questi un milione e 100mila euro sono stati finanziati dallo Stato nell’ambito del bando per l’adeguamento antisismico dell’edilizia scolastica, i restanti 350mila euro ce li ha messi il Comune di Pontedellolio, grazie all’avanzo di bilancio e alla permuta di un edificio. Un’operazione importante che abbiamo concluso senza accendere alcun mutuo”.
 
IL PROGETTO – NOTE TRATTE DALLA RELAZIONE TECNICA

La scuola media di Ponte Dell’Olio “A. Vaccari” è inserita in un’area centrale del capoluogo antistante ai giardini pubblici comunali, alle spalle ad est via Mitti con a margine un parcheggio, sul lato nord la superficie è interclusa da lotti privati e sul lato sud è delimitata da via San Bono.

La proposta architettonica recepisce e si integra con le precedenti scelte strutturali grazie ad un progetto che nasce dall’idea di risolvere le problematiche dall’esterno mediante una struttura a ”vertebre“ che irrigidiscono il plesso progettato dall’architetto Malchiodi dall’esterno, mantenendo inalterate la forma e la partitura dei serramenti esistenti e buona parte dei locali interni.

Per questo motivo le” vertebre” sono volutamente staccate dal fronte principale rivolto verso sud. Il progetto prevede principalmente interventi dall’esterno tenendo conto che il plesso scolastico è stato ristrutturato e messo a norma in tempi relativamente recenti (2011), non presenta criticità rilevanti e ha discrete finiture.

Si conferma, pertanto, l’ampliamento con due aule scolastiche al piano primo e la mensa a piano rialzato, confermando così la scuola come sistema aperto verso il mondo esterno, rendendo la sala polivalente accessibile in orario extrascolastico anche dai portatori di handicap tramite rampa.

Per quanto riguarda la struttura organizzativa, la scuola media è formata attualmente da sette classi con complessivamente 145 allievi, di cui una da 25, una da 24, una da 18, due da 22 e due da 17. Le proiezioni per i prossimi anni prevedono la formazione di 6/7 classi e per il prossimo anno sono previste tre prime per un totale di 55 allievi .

Le aule normali e le aule laboratori diventeranno nel progetto complessivamente 12, pertanto se si prevedono un massimo di 8 classi rimangono 4 aule da attrezzare per attività di laboratorio d’arte, di chimica, informatiche, lo spostamento della mensa al piano rialzato che, in caso di necessità, funzionerà con il doppio turno fruibile in tal modo da un numero massimo di 192 alunni, abbondantemente superiore al fabbisogno attuale fissato ad un numero di 105 alunni.

Al piano interrato lo spazio destinato alla mensa viene adibito a sala polivalente, fruibile anche dall’esterno in orario extrascolastico; per fare questo si prevede di spostare il locale elettrico dell’ascensore nel vano adiacente. Le due aule aggiunte al primo piano si prevedono di dimensioni differenti: una con capienza massima di alunni pari a 29, e una con capienza massima di 24 alunni.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.