Quantcast

Prestiti finalizzati, a Piacenza richieste in calo dello 0,9%

A livello nazionale il numero di interrogazioni relative a richieste di nuovi mutui e surroghe è cresciuto nel 2016 del +13,3% rispetto all’aggregato del 2015. I prestiti personali e finalizzati hanno invece registrato lo scorso anno una variazione su base annua di +7,4% rispetto al 2015

Più informazioni su

Cresce a livello nazionale il numero di interrogazioni relative a richieste di nuovi mutui e surroghe (vere e proprie istruttorie formali, non semplici richieste di informazioni o preventivi online): nel 2016 si registra un aumento del 13,3% rispetto all’aggregato del 2015. I prestiti personali e finalizzati hanno invece registrato lo scorso anno una variazione su base annua di +7,4% rispetto al 2015.
 
LA SITUAZIONE IN EMILIA-ROMAGNA NEL 2016 – Per quanto riguarda l’Emilia-Romagna dallo studio del Barometro Crif CRIF emerge come nell’intero anno 2016 il numero di interrogazioni relative alle richieste di nuovi mutui e surroghe abbia fatto segnare un incremento del +8,6% rispetto all’anno 2015, inferiore alla crescita media registrata a livello nazionale che è risultata essere pari a +13,3%.

Le province che hanno fatto segnare l’incremento più sostenuto in regione sono state Bologna e Reggio Emilia, entrambe con un +11,3%, seguite da Ferrara, Ravenna, Modena e Rimini, rispettivamente con un +10,7%, +10,5% e +10,3%. All’estremo opposto della graduatoria regionale si colloca Parma, con una crescita più contenuta, pari a +2,4%.

Relativamente agli importi medi richiesti, è invece la provincia di Rimini a guidare la classifica regionale, con 135.539 Euro, seguita a breve distanza da Bologna, con 131.357 Euro. Il valore medio più contenuto, al contrario, è quello rilevato nella provincia di Ferrara, con 109.937 Euro.

Per quanto riguarda il numero di interrogazioni relative alle richieste di prestiti finalizzati all’acquisto di beni/servizi (quali auto e moto, arredo, elettronica ed elettrodomestici, ma anche viaggi, spese mediche, palestre ecc.), l’Emilia-Romagna ha fatto segnare nel 2016 una crescita pari a +3,7% rispetto al 2015, più contenuta rispetto alla variazione rilevata a livello nazionale pari a +8,2%.

Scendendo maggiormente nel dettaglio, Rimini guida il ranking regionale con un aumento del +8,5%, seguita da Modena (+6,5%) e Forlì-Cesena (+6,2%). Al contrario, Piacenza e Parma sono state le uniche province in regione ad aver fatto segnare una contrazione, rispettivamente con -0,9% e –3,2%.

In termini di importo richiesto, invece, la media per i prestiti finalizzati in regione è stata pari a 5.583 Euro, con tutte le province che hanno fatto registrare una crescita significativa rispetto al 2015.

Con 6.105 Euro richiesti Ferrara è stata la provincia ad aver fatto rilevare l’importo medio più consistente, seguita da Bologna, dove l’importo medio si è assestato a 5.486 Euro. L’importo medio più contenuto, invece, è stato registrato a Forlì-Cesena, con 5.136 Euro.

Anche per i prestiti personali nell’anno appena concluso l’Emilia-Romagna ha fatto registrare un incremento nel numero di richieste con un +3,3% rispetto l’anno 2015, anche se più contenuto rispetto all’incremento registrato a livello nazionale (+6,2%). In Regione Ferrara è risultata la provincia con la crescita più consistente, con un +8,2% rispetto al 2015, seguita da Modena (+6,4%) e Reggio Nell’Emilia (+4,1%). All’estremo opposto della classifica regionale si è collocata Parma, che è rimasta stabile rispetto allo scorso anno.

Infine, per quanto riguarda l’importo medio richiesto dei prestiti personali, con 12.718 Euro Modena si è posizionata al primo posto in regione. All’estremo opposto si colloca Piacenza, con 11.466 Euro.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.