Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - Cinema

Recensioni dei film, concorso “Cat” aperto fino al 28 febbraio  

E' un contest di recensioni rivolto ai giovani tra i 16 e i 26 anni di età e individua due tipologie di recensioni (140 e 1.400 caratteri, spazi inclusi) sottoposte alla valutazione di una giuria straordinaria. Sono previsti premi in denaro e pubblicazioni. L’iscrizione è gratuita e si può partecipare al contest solo ed esclusivamente dal 1° gennaio al 28 febbraio 2017.

Dopo il ciclo di seminari di cinema a Piacenza ha preso il via il concorso delle recensioni dei film per ricordare Giulio Cattivelli.

Il Premio Cat 2017 è un contest di recensioni rivolto ai giovani tra i 16 e i 26 anni di età (che alla data del 28/02/2017 abbiano compiuto 16 anni e non abbiano compiuto 26 anni) e individua due tipologie di recensioni (140 e 1.400 caratteri, spazi inclusi) sottoposte alla valutazione di una giuria straordinaria. Sono previsti premi in denaro e pubblicazioni. L’iscrizione è gratuita e si può partecipare al contest solo ed esclusivamente dal 1° gennaio al 28 febbraio 2017.

Dopo il buon esito in termini di affluenza alla serie di workshop proposta tra ottobre e dicembre 2016, è atteso un alto numero di recensioni da parte degli allievi delle scuole superiori piacentine – in particolare i licei Gioia, Respighi e Cassinari, i cui studenti erano i più assidui frequentatori delle lezioni -, nonché da parte degli studenti universitari.

Sul sito web www.cinemaniaci.org si trova la documentazione per partecipare al contest: modulo di iscrizione (è necessario compilarlo in tutte le sue parti); regolamento (si consiglia caldamente di leggerlo con attenzione prima di scrivere le recensioni); form per mandare le recensioni (si consiglia di scrivere le recensioni in programmi di scrittura come Word per poter contare facilmente i caratteri – spazi inclusi – e poi fare copia incolla, anche se il form non permette l’inserimento di testi che superano la lunghezza massima prevista).

I membri della Giuria di Cat 2017 sono Pier Maria Bocchi, Gianni Canova, Bruno Fornara, Luca Malavasi, Emanuela Martini, Paolo Mereghetti.

La duplice iniziativa del seminario e concorso di critica cinematografica costituisce un’occasione preziosa per promuovere l’educazione all’audiovisivo e l’elaborazione scritta nella forma breve che caratterizza la comunicazione contemporanea.

L’iniziativa si è potuta realizzare grazie al fondamentale sostegno di Regione Emilia Romagna con Arci attraverso il progetto “Polimero” e di Fondazione di Piacenza e Vigevano.

Gli obiettivi del progetto completo delle due fasi sono: ricordare la figura di Giulio “Cat” Cattivelli, giornalista e critico, intellettuale amato dalla gente, conosciuto e apprezzato dai colleghi dei quotidiani nazionali e delle riviste specializzate; e far scaturire quell’innamoramento del cinema con la C maiuscola – quello guardato sul grande schermo, in una sala o comunque in uno spazio pubblico – che le giovani generazioni (il pubblico di domani, ma già di oggi) non hanno sperimentato se non parzialmente.
 
La convinzione degli organizzatori è che il progetto possa dare un significativo contributo alla diffusione della cultura cinematografica e alla formazione di un nuovo pubblico in Italia, costituito dai giovani e necessario per affrontare la crisi della sala cinematografica intesa come luogo principe di fruizione del prodotto filmico.
 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.