Quantcast

Valorizzazione Bastione Borghetto e Torrione Fodesta, ecco i bandi

Il percorso di recupero del Bastione di Porta Borghetto aveva raccolto la maggior parte delle 19 proposte arrivate con idee che puntavano all’utilizzo sportivo o alla realizzazione di una cittadella della cultura e dell’artigianato. Per il Torrione Fodesta ipotizzate invece location enogastronomiche

L’Agenzia del Demanio pubblica i bandi di gara per la concessione di valorizzazione dell’Ex Bastione Borghetto e del Torrione Fodesta a Piacenza.

La gara riguardante due immobili di proprietà dello Stato arriva al termine della consult@zione pubblica “Futuro prossimo per gli immobili dello Stato a Piacenza”, promossa dall’Agenzia e dal Comune, tesa ad individuare i migliori percorsi di valorizzazione degli immobili pubblici nella città emiliana grazie al contributo di cittadini, associazioni e imprese.

Per partecipare alla gara occorre presentare la documentazione amministrativa, la proposta progettuale e l’offerta economica libera (consulta la pagina dedicata): criterio di valutazione sarà l’offerta economicamente più vantaggiosa, data dalla proposta progettuale e dalla proposta economica. Le offerte dovranno pervenire entro il 2 maggio 2017  e sarà possibile effettuare i sopralluoghi presso gli immobili entro il 7 aprile 2017.

Grazie alla consult@zione – spiega il Demanio – è stato possibile avviare un confronto qualificato e costruttivo sulle modalità e i percorsi più idonei a riportare in uso questi immobili, con forme e utilizzi che ne sviluppino appieno le potenzialità, anche attraverso strategie di cooperazione tra soggetti pubblici e privati, e i risultati sono stati utilizzati per la stesura dei bandi pubblicati oggi.

In particolare, proprio il percorso di recupero del Bastione di Porta Borghetto aveva raccolto la maggior parte delle 19 proposte arrivate, sia come singolo bene che come parte del circuito delle mura cittadine, con idee che puntavano all’utilizzo sportivo o alla realizzazione di una cittadella della cultura e dell’artigianato.

Per il Torrione Fodesta ipotizzate invece location enogastronomiche per promuovere il vino piacentino e le altre eccellenze del territorio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.