Ai domiciliari, aggredisce la madre con il compagno: 32enne in carcere

Avrebbe minacciato e aggredito la madre nella cui abitazione stava scontando gli arresti domiciliari. E' finito in carcere un piacentino di 32 anni. Il giovane, che stava scontando una pena di 2 anni e 10 mesi per rapina e violazione della legge sulle armi, è finito nei guai dopo una serie di violente liti

Più informazioni su

Avrebbe minacciato e aggredito la madre nella cui abitazione stava scontando gli arresti domiciliari.

E’ finito in carcere un piacentino di 32 anni. Il giovane, che sta scontando una pena di 2 anni e 10 mesi per rapina e violazione della legge sulle armi, è finito nei guai dopo una serie di violente liti.

Secondo quanto ricostruito, alla base delle discussioni la richiesta fatta dalla donna al compagno del figlio di lasciare la loro abitazione, nella quale pare che quest’ultimo si fosse stabilito.

La situazione è degenerata negli ultimi giorni, quando la signora in due diverse occasioni sarebbe stata minacciata, anche con una mazza da baseball, e aggredita fisicamente dai due uomini, tanto da dover ricorrere alle cure del pronto soccorso.

Fatti, per i quali la posizione della coppia è al vaglio, che hanno portato il tribunale di sorveglianza a revocare al 32enne gli arresti domiciliari: il ragazzo è stato raggiunto dagli uomini della squadra mobile della questura che lo hanno trasferito in carcere.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.