Quantcast

Diario dall’Uganda, il ritorno da una terra povera ma piena di vita foto

E' arrivato alla conclusione il viaggio in Uganda con Africa Mission-Cooperazione e sviluppo di Gianni Cravedi. Ecco l'ultima puntata del suo diario di foto e parole.

E’ arrivato alla conclusione il viaggio in Uganda con Africa Mission-Cooperazione e sviluppo di Gianni Cravedi. Ecco l’ultima puntata del suo diario di foto e parole.

Oggi è l’ultimo giorno in Uganda. E’ stato un viaggio emozionante e molto bello. Nel ritorno abbiamo visto l’alba africana accendere il cielo, abbiamo rischiato di rimanere senza carburante rifornendoci in un villaggio dove la benzina spunta in mezzo alle bottiglie di coca cola. Un paese dove le donne benzinaio sorridono sempre e dove ti puoi fermare a mangiare e sei alla sorgente del Nilo.

Una serie di emozioni, immagini, suoni che ci ha accompagnato in questa terra molto povera ma piena di energia e di vitalità. Voglio ringraziare tante persone; Carlo Ruspantini, Cristiana, Giorgio e Cristina e tutti gli amici di Africa Mission per questa importante opportunità e per la bella ospitalità.

Siamo stati accolti in una grande famiglia e abbiamo documentato i numerosi progetti importanti che permettono di proseguire l’attività di Don VIttorio con forza ed efficacia, anche grazie ad un team di giovani motivati e competenti.

Un grazie ai preziosi compagni che ho conosciuto in questo viaggio; Antonio, Giuseppe, Domenco, sicuro di incontrarli ancora.
Alla cara amica e collega Elisabetta Paraboschi che in questo viaggio ha condiviso con me in modo creativo ed emozionante la passione per le foto che ci ha trasmesso Prospero.

Un ringraziamento particolare va a Giulia Piroli che da casa mi ha sostenuto e che per me rappresenta sempre un punto di riferimento fondamentale per la mia vita. E a mia mamma Angela, che mi ha accompagnato in questo viaggio e che rimarrà in Karamoja fino alla fine del mese, vicino a Prospero e al suo pozzo.

Mi sembra un ritorno a casa molto diverso da quello di trent’anni fa, con più forza e più consapevolezza delle cose che rimangono da fare nella vita. E che come ci ha mostrato Prospero Cravedi sono sempre molte e devono essere fatte con il cuore.

Mercoledì 8 febbraio è stato inaugurato in Uganda, nella regione del Karamoja, da Africa Mission-Cooperazione e sviluppo il pozzo per l’estrazione dell’acqua – bene assai prezioso in quella regione arida – intitolato a Prospero Cravedi.  

Una festa si è svolta nella scuola di Moroto alla presenza della moglie Angela e del figlio Gianni.

Gianni Cravedi, tornato in Uganda a quasi trent’anni di distanza dal primo viaggio con il padre Prospero, ha documentato il lavoro svolto da Africa Mission con foto e video.

LEGGI LA PRIMA PUNTATA

LEGGI LA SECONDA PUNTATA

LEGGI LA TERZA PUNTATA
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.