Diario dall’Uganda: tra i bambini che imparano a contare e a lavarsi le mani foto

Ecco la seconda puntata del diario dall'Uganda di Gianni Cravedi corredato dalle sue splendide foto del Karamoja

Nella giornata di oggi, mercoledì 8 febbraio, verrà inaugurato in Uganda, nella regione del Karamoja, da Africa Mission-Cooperazione e sviluppo il pozzo per l’estrazione dell’acqua – bene assai prezioso in quella regione arida – intitolato a Prospero Cravedi.  

Di seguito la seconda puntata del diario dall’Uganda del figlio Gianni Cravedi che racconta con parole e immagini l’arrivo nella regione del Karamoja. LEGGI LA PRIMA PUNTATA

Gianni, insieme alla mamma Angela, si trova nel paese africano con la delegazione della ong di Piacenza Africa Mission-Cooperazione e Sviluppo, fondata da Don Vittorione e da decenni attiva nella cooperazione internazionale.

Il figlio Gianni, tornato in Uganda a quasi trent’anni di distanza dal primo viaggio con il padre Prospero, sta documentando il lavoro svolto da Africa Mission con foto e video.

Ecco il suo racconto

Una striscia di asfalto che corre in mezzo alla savana. Costruita in tempi rapidi e Impensabile solo fino a pochi mesi fa, é il segno evidente del progresso che arriva e cambierà per sempre questa terra di pastori seminomadi.

La nuova superstrada che copre gli ultimi cento chilometri da Kampala a Moroto é la sorpresa più grande. ma per il resto il Karamoja si conferma come una terra bellissima, piena di umanita’ ma estremamente povera.

Una povertà che da oltre 40 anni è contrastata dall’opera di Africa Mission, nata dal carisma di Don Vittorione, che nei primi anni ottanta ha risposto all’emergenza attraverso gli aiuti raccolti e portati personalmente nei ultimi villaggi sperduti del nord dell’Uganda.

E che continua ancora oggi attraverso progetti di sviluppo e di cooperazione. Accompagnati da Lappo Pier Giorgio e Carlo Ruspantini abbiamo visto i pozzi d’acqua riaperti, l’asilo dove i bambini karamojon imparano a contare e a lavarsi le mani, il dispensario dove alle donne si insegna l’arte di cucire e si fanno vistare dai dottori in gruppo sotto l’albero.

Azioni basilari che sono importantissime per la sopravvivenza di questa terra e di questo popolo. Una attività umanitaria lunga oltre quarant’anni che Prospero Cravedi ha saputo raccontare con le sue immagini, seguendo in diversi viaggi Don Vittorione dal 1980 fino al 2010.
 
Domani pomeriggio, mercoledi 8 febbraio, Africa Mission intitolerà il pozzo dedicato a Prospero Cravedi, all’interno della scuola delle suore di Madre Teresa a Moroto che é dedicata ai bambini di strada e che sarà per lungo tempo il segno dell’amore e dell’amicizia tra Prospero e la gente del karamoja.

Un momento che si potrà seguire in diretta facebook su questo profilo tra le ore 13 e le 14.

IL VIDEO DEL VIAGGIO CON CARLO RUSPANTINI DI AFRICA MISSION

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.