Quantcast

Foti (Fdi-An): “Promuovere itinerario Via Francigena anche con altre Regioni”

Il consigliere incalza la Regione: “iniziativa indispensabile per ottenere l’inserimento della Via Francigena nella lista del patrimonio mondiale Unesco”

Più informazioni su

Nei giorni scorsi è stato avviato il percorso per candidare la Via Francigena italiana all’inserimento nella lista del patrimonio Unesco (World Heritage List) attraverso la definizione, da parte delle Regioni partecipanti, di un protocollo comune e l’individuazione della Regione Toscana come coordinatrice della fase preparatoria alla candidatura.

Lo scrive Tommaso Foti (Fdi-An) in un’interrogazione alla Giunta regionale per conoscere “quali iniziative intenda sottoporre alle altre Regioni italiane coinvolte al fine di una più efficace promozione, tutela e sviluppo della Via Francigena, attività indispensabile per ottenerne l’inserimento nella lista del patrimonio materiale mondiale Unesco”.

Per Foti “l’antica Via Francigena – che collegava Canterbury a Roma attraversando Inghilterra, Francia e Svizzera, interessa nel suo tratto italiano, Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana e Lazio – ottenne nel 2004 il riconoscimento di ‘Grande itinerario culturale del Consiglio d’Europa’, mentre nel 2010 venne costituito, presso il ministero per i Beni culturali, un gruppo di coordinamento per sostenerne la candidatura all’iscrizione alla Lista del Patrimonio Unesco”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.