Quantcast

Girometta (Fi) “Creare un cimitero per gli animali domestici”

Creare a Piacenza un cimitero per gli animali d'affezione. E' la proposta contenuta in una mozione presentata da Maria Lucia Girometta, capogruppo di Forza Italia. Ecco il testo completo. 

Creare a Piacenza un cimitero per gli animali d’affezione. E’ la proposta contenuta in una mozione presentata da Maria Lucia Girometta, capogruppo di Forza Italia.

“E’ innegabile – scrive Girometta – l’affezione verso un animale domestico, che viene spesso considerato un componente della famiglia; è molto importante, attuale e necessario consentire la continuità del rapporto affettivo tra i proprietari e i loro animali deceduti”.

“Occorre poi sottolineare il problema igienico e pratico, in quanto, in assenza di un cimitero, le spoglie dei nostri animali vengono incenerite insieme all’immondizia domestica alla stregua di un rifiuto o seppellite in luogo non propriamente idoneo”.

“E’ necessario – prosegue – un luogo di sepoltura per consentire la continuità del rapporto affettivo tra i proprietari e i loro animali deceduti e quindi un sistema cimiteriale idoneo a garantire la tutela dell’igiene pubblica, della salute della comunità, degli animali e dell’ambiente”.

Dal punto di vista amministrativo, spiega Girometta, è necessaria l’approvazione di un regolamento, così da permettere l’insediamento di un impianto di questo tipo, autorizzando, previo apposito iter, privati o associazioni, senza costi per il Comune: “Già in passato è stata presentata in Consiglio Comunale una proposta per realizzare un “cimitero per animali” , ma la stessa è stata del tutto ignorata e oggi a Piacenza non esiste un apposito Regolamento: alcune regioni, per esempio la Regione Lombardia, la Regione Emilia Romagna e la Regione Liguria, si sono mosse in questa direzione e in alcune città italiane si è concretizzato questo progetto”.

“Chiedo quindi, conclude, che anche il Comune di Piacenza si attivi per un Regolamento in merito, affinchè le spoglie degli animali d’affezione, per molti considerati componenti della famiglia o per il valore terapeutico che la loro vicinanza a portatori di handicap li aiuta a migliorare la qualità della vita, ricevano adeguata sepoltura”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.