Rifiuta di andare a prostitute, “bloccato e rapinato di 600 euro”

Questa la denuncia presentata ai carabinieri di Piacenza da un 40enne nigeriano, che nella notte del 25 febbraio ha chiesto l'intervento del 112. 

Si sarebbe rifiutato di andare a prostitute e quindi i due compagni di bevuta l’avrebbero immobilizzato e rapinato di 600 euro in contanti.

Questa la denuncia presentata ai carabinieri di Piacenza da un 40enne nigeriano, che nella notte del 25 febbraio ha chiesto l’intervento del 112.

L’uomo ha raccontato di aver subito un’aggressione da parte di due conoscenti senegalesi, che poi si sarebbero allontanati con il suo portafoglio, contenente documenti, bancomat e contanti.

Lo straniero, un manovale regolarmente residente in città, ha raccontato che è solito passare il venerdì sera in un bar vicino a piazzale Marconi.

Lì ha incontrato i due senegalesi ai quali ha offerto da bere, mostrando quindi di avere con sé una consistente somma in contanti.

I tre si sarebbero poi avviati a piedi verso via dei Pisoni e i conoscenti avrebbero tentato di convincerlo ad andare a prostitute.

Di fronte al suo rifiuto, secondo quanto spiegato dalla vittima, lo avrebbero quindi immobilizzato e minacciato con un coltellino, per poi sfilargli dalle tasche dei pantaloni il portafoglio e dileguarsi. 

Una volta rimasto solo ha chiesto l’aiuto dei carabinieri, intervenuti sul posto. Gli accertamenti sono in corso.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.