Risarcimenti alluvione, Credit Agricole stanzia il plafond per privati e imprese

I finanziamenti riguardano pertanto anche i rimborsi ai privati cittadini dannneggiati dall'alluvione del settembre del 2015

IL GRUPPO BANCARIO CRÉDlT AGRICOLE ITALIA ADERISCE AL “PLAFOND EVENTI CALAMITOSI” PROMOSSO DA ABI E CDP – La nota stampa

Milano, 20 febbraio – Il Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia è il primo istituto ad aderire alla convenzione siglata da ABI e CDP denominata “Plafond Eventi Calamitosi”, confermando vicinanza e sensibilità alle richieste espresse dai cittadini della provincia di Piacenza e dalle istituzioni, assumendo un ruolo attivo per fare in modo che questo obiettivo si realizzasse con tempestività.

La convenzione mette a disposizione delle banche un Plafond finanziario di 1,5 miliardi di euro per la concessione di finanziamenti agevolati, garantiti dallo Stato, da destinare agli interventi per far fronte ai danni occorsi al patrimonio privato e alle attività economiche e produttive a seguito di una serie di eventi calamitosi verificatisi a decorrere dal marzo 2013 (alluvioni, nevicate, esondazioni, mareggiate, etc).

I finanziamenti riguardano pertanto anche i rimborsi ai privati cittadini dannneggiati dall’alluvione del settembre del 2015.

Nelle settimane scorse il sottosegretario all’Economia Paola De Micheli aveva fatto appello alle banche locali di Piacenza perchè ratificassero la convesione con Abi.

I finanziamenti agevolati potranno avere una durata massima di 25 anni e non prevedono oneri di rimborso a carico dei soggetti beneficiari, i quali cedono alle banche il credito di imposta riconosciuto loro dalla legge.

Un segno tangibile della sensibilità del Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia sul tema che fa seguito alle numerose iniziative dedicate negli ultimi anni a coloro che sono stati colpiti da calamità naturali. In particolare, per il territorio piacentino, risultano attivati 5 “plafond evento” con appositi stanziamenti di cui soggetti privati e imprese potranno beneficiare presentando in banca la richiesta insieme alla documentazione necessaria.

Elenchiamo di seguito i plafond attivati:

– Plafond Evento 1 (Regione Emilia-Romagna – OCDPC 130/2013 – Privati): “Avversità atmosferiche verificatesi nel mese di marzo ed aprile 2013 ed il giorno 3 maggio nel territorio della Regione Emilia Romagna.

– Plafond Evento 2 (Regione Emilia-Romagna – OCDPC 174/2014 – Privati): “Avversità atmosferiche che dall’ultima decade del mese di dicembre 2013 al 31 marzo 2014 hanno colpito il territorio delle province di Bologna, Forli-Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Reggio-Emilia e Rimini.

– Plafond Evento 3 (Regione Emilia-Romagna – OCDPC 202/2014 – Privati): “Avversità atmosferiche che nei giorni 13 e 14 ottobre 2014 hanno colpito il territorio delle province di Parma e Piacenza.

– Plafond Evento 4 (Regione Emilia-Romagna – OCDPC 232/2015 – Privati): “Avversità atmosferiche che hanno colpito il territorio della Regione Emilia-Romagna nei giorni dal 4 al7 febbraio 2015.

– Plafond Evento 5 (Regione Emilia-Romagna – OCDPC 292/2015 – Privati): “Eventi meteorologici che nei giorni 13 e 14 settembre 2015 hanno colpito il territorio delle province di Parma e Piacenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.