8 marzo alle Novate: il concerto lirico per le detenute

?Il concerto, curato da Patrizia Radicchi in collaborazione con l’assessorato alle Pari Opportunità, la classe di canto di Adalisa Tabiadon e il Maestro Corrado Casati al pianoforte, si è tenuto oggi al carcere delle Novate

Più informazioni su

Omaggio in musica alle ospiti della sezione femminile del carcere delle Novate

Le grandi eroine della lirica protagoniste del tradizionale omaggio in musica che ogni anno, nell’imminenza dell’otto marzo, viene riservato alle ospiti della sezione femminile della casa circondariale di Piacenza.

Il concerto, curato da Patrizia Radicchi in collaborazione con l’assessorato alle Pari Opportunità, la classe di canto di Adalisa Tabiadon e il Maestro Corrado Casati al pianoforte, si è tenuto oggi al carcere delle Novate.

A prestare voce alle più celebri arie della tradizione operistica, i soprani Sunah Cho e Ahra Cho, il tenore Hun Kim, il baritono Tae Hoon Park e il mezzosoprano Chan Yang Choi. All’assessora Giulia Piroli, come a tutte le cantanti liriche, è stato fatto dono di mazzetti di mimose confezionate dalle detenute insieme all’associazione “Oltre il muro”.

In cartellone, il quartetto “Dunque è proprio finita” da “La Bohème” di Puccini – di cui è stata eseguita anche “Quando men vo” – nonché “L’amour est un oiseau rebelle” dalla “Carmen” di Bizet, “Un bel dì vedremo” dalla pucciniana “Madama Butterfly”, “Un dì se ben rammentami” e “Bella figlia dell’amore” dal “Rigoletto” di Verdi, “All’idea di quel metallo” da “Il Barbiere di Siviglia” di Gioacchino Rossini. Ma anche “Ti voglio tanto bene” di Ernesto De Curtis e “Granada” di Agustin Lara.

“Come ogni volta – sottolinea l’assessora alle Pari Opportunità Giulia Piroli – è stato un momento di grande coinvolgimento ed emozione, attraverso il quale si riafferma la vicinanza alle donne che hanno vissuto, o stanno tuttora vivendo, momenti di difficoltà. Ringrazio, per la loro sensibilità, tutti gli artisti che si sono resi disponibili a regalarci un po’ del loro talento, gli organizzatori e la direttrice del carcere delle Novate, Caterina Zurlo, per l’attenzione che da sempre riserva a questa iniziativa”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.